pescainkayak.com

CATTURE DAL KAYAK => Anno 2010 => Topic aperto da: Totonno® - Febbraio 24, 2011, 11:20:09 am

Titolo: Vi ho raccontato di questa estate?
Inserito da: Totonno® - Febbraio 24, 2011, 11:20:09 am
Stavo trainando da quasi 3 ore sul mio kayak. Avevo una canna da 45lbs armata con uno 0.45 in bobina e un'aguglia di generose dimensioni alla quale stavo facendo fare un giro turistico della costa ionica calabrese. C'era un forte ponente. A dire il vero in quella zona (nel bel mezzo del golfo di squillace) c'è sempre vento. Pare che si incanali tra le Serre e la Sila trovando il corridoio della Piana di Lamezia. Ma quel giorno era veramente tremendo.

Figuratevi che per recuperare le aguglie che facevo con la cannetta piccola, dovendo mollare la pagaia, il vento mi faceva fare anche 300 metri dentro.

Tornando a noi, erano circa le 10-10:30 di mattina e portavo st'aguglia a spasso nei pressi di una fossa ( una cigliata forse è più corretto) che ho individuato a 200-250 metri a largo della foce del torrente Alessi. La profondità alla quale avevo calato l'esca era di 25 metri circa.

Mentre imprecavo contro quel dannatissimo vento che non mi dava un attimo di tregua, sentii come forte botta alla canoa che mi fece ritrovare improvvisamente con il gomito sinistro in acqua. Stavo quasi per fare un'esckimo, non so se si chiama esattamente così quella manovra che ti consente di riportare la canoa dritta quando ti ribalti con la testa sott'acqua. Con una pagaiata un po' più energica riuscii a riprendere l'equilibrio, mentre con la coda dell'occhio vidi la canna incredibilmente piegata a U. Ero incredulo. Non riuscivo a capire cosa diavolo stesse accadendo e per qualche istante rimasi in quella posizione precaria a fissare la canna. Fu il rumore del cicalino del mulinello che cantava come una cicala a mezzogiorno a riportarmi alla realtà: STRIKE !!!!!

Per fortuna avevo assicurato la pagaia ad una sagola (fatelo sempre anche se non andate a pesca con il kayak) e non ci pensai due volte a buttarla in acqua per prendere immediatamente la canna in mano.

Strinsi un pochino di più la frizione e iniziai il pompaggio. Forse sarà stata l'adrenalina, certamente l'inesperienza e il mio approccio "ad urto" in tutto ciò che mi piace fare, ma mi misi a pompare come un forsennato. Nessun riguardo per la bestia che c'era dall'altra parte, nessun cedimento da parte mia che mi sentivo il protagonista della "Saga di Giarabub" nella strofa che più o meno recita così:

 

"Colonnello, non voglio il cambio,

qui nessuno ritorna indietro

non si cede neppure un metro

se la morte non passerà!"

 

Fu un incredibile tiro alla fune che in meno di 5 minuti portò la bestiaccia sotto al kayak consentendomi di ammirarla in tutto il suo splendore. Era una leccia di quasi un metro e mezzo.

Scusate, ma l'emozione che rivivo ogni volta che ricordo l'accaduto, nonostante siano passati diversi mesi, mi ha impedito di raccontarvi del simpatico furbone che mi si è avvicinato con il motoscafo e che, anzichè fermarsi e chiedere se avessi avuto bisogno di qualcosa, si è precipitato sopra il bestio che schiumava a 70-80 metri dal mio guscio con il rischio di tagliarmi la lenza e di farmi cappottare con le onde prodotte dai 400 cavalli che aveva sotto il fortuna.

Non ci crederete, ma l'imbecille dopo aver visto il pesce se n'è andato via.

In ogni caso, ero arrivato al punto in cui avevo il pesce sotto e dopo la delusione iniziale, speravo fosse una ricciolona per far contento il mio amico Ank, iniziai a preoccuparmi un pochino perchè non avevo proprio idea di come fare per farla salire sul Kayak. Ovviamente lei mi sembrava ancora abbastanza restia a farsi salpare nonostante la prova di forza alla quale l'avevo sottoposta con il tiro alla fune.

Non avevo il raffio. Non avevo trovato un raffietto piccolo e pensavo che il guadino xxl, che avevo adoperato con successo fino ad allora per i serra, fosse più che sufficiente.

Un'altra cosa che mi preoccupava erano le lance che la bestia aveva al posto dei raggi dela pinna dorsale. Credo che sarebbe bastata una codata per bucarmi la canoa e mattarmi a picco....già, mandarmi a picco a più di un kilometro di distanza dalla riva, con un ponente che si faceva sempre più intenso man mano che mi allontanavo e con le onde che anzichè essere dirette dal mare verso terra, seguivano la direzione del vento e si dirigevano dalla terra verso il mare.

Credetemi mi sono sentito perso. A quella distanza non c'era nessuna barca che passava. I diportisti stanno più attaccati alla costa e i pescatori sportivi, con quel ponente, sanno che le lenze neanche gli arrivano a fondo e quindi escono abbastanza difficilmente. Alle 10 di mattina, poi, accostano per la pesca ai surici che si fa al massimo a 200-300 metri dalla costa sui fondali sabbiosi. Non in mezzo al mare davanti a una foce. L'unica possibilità era che si avvicinasse uno scafo dei Carabinieri o della Finanza per farmi la multa, visto che ero senza giubbotto di salvataggio, e di chiedere a loro di ospitarmi in barca per finire il combattimento da una posizione più comoda.....o chiedergli direttamente di sparare al mostro che avevo attaccato dall'altra parte.

La cosa che mi preoccupava di più era il colore dell'acqua. Da azzurro-verde era diventata di uno stramaledettissimo colore blu scuro.

Fu panico totale!!!!

Io ho paura del mare profondo. Ricordate l'idea della traversatra dello stretto di Messina a nuoto che ho abbandonato dopo quasi un anno di allenamento in piscina? Fu proprio per questo motivo e anche per il terrore che dagli abissi marini potesse salire qualche immonda e orrida bestiaccia intenzionata a trasformarmi nel brunch di mezzodì.

Vi confesso anche che è per lo stesso motivo che non ho mai praticato la pesca subacquea accontentandomi di fare snorkeling tra gli scogli su fondali che raramente hanno superato i 15 metri.

Dovevo sbrigarmi a recuperarla e il compito era reso maledettamente più difficile da quell'ansia che stava pian piano prendendo possesso di tutte le mie (scarse) facoltà.

Strinsi ancora di più la frizione, pompai ancora per recuperare quei 5-6 metri che mi separavano dalla preda e ci arrivai sopra in un baleno. Già, non era la preda che si abbicinava a me quando recuperavo, ma il mio Kayak che si avvicinava a lei ad ogni pompata. Aveva comandato il gioco fin dal primo minuto portandomi nel campo a lei più favorevole. Ora però ce l'avevo li a portata di mano, L'unica possibilità era quella di infilarle una mano nella branchia e tirarla su da li. Semprechè non mi fossi ribaltato ovviamente. Adagiai la canna sulle mie gambe, presi nella mano sinistra quei pochi centimetri di nylon che mi separavano dalla girella alla quale era attaccato il cavetto d'acciaio, la sollevai e lei alzò la testa quardanomi negli occhi a distanza ravvicinata....STRUNZ' deve aver pensato. Ha dato una sola capata che ha spaccato il nodo della girella, si e girata di tre quarti a poca distanza da me e con un paio di codate mi ha fatto marameo.....

Il resto è una pagaiata di quasi 2 chilometri per tornare a riva in compagnia della rabbia che aveva preso il posto dell'adrenalina. Mi scese anche qualche lacrima quel giorno...

(http://img820.imageshack.us/img820/1364/36680148350113728915266.jpg)
Titolo: Re: Vi ho raccontato di questa estate?
Inserito da: bracco_di_mare - Febbraio 24, 2011, 12:49:43 pm
Madonna che storia!!!

ho avuto paura solo a leggerla!!!

cmq il giubbetto mettilo, sono sicuro che con quello addosso avresti avuto la freddezza di tirarla in barca (anche senza raffio)

Ciao

David
Titolo: Re: Vi ho raccontato di questa estate?
Inserito da: Totonno® - Febbraio 24, 2011, 12:58:42 pm
Credimi, senza raffio non sarei mai e poi mai riuscito a salparla in quelle condizioni.
Non so se si è capito bene dal racconto, ma l'estrema facilità con la quale mi sono avvicinato alla "creatura" è dovuta al fatto che il forte vento e l'esigua resistenza del KK, mi ci hanno hanno fatto arrivare sopra senza che la leccia faticasse tanto. Era ancora troppo vitale quando ho provato a farla salire a bordo, e Io avevo troppa fretta di chiudere la pratica.
Per il giubbotto devo dirti che ce l'avevo nel gavone posteriore a portata di mano, non lo indossavo perchè innanzitutto mi crea un po' di irritazione, specie d'estate con il caldo, e secondariamente stavo entro i 300 metri dalla costa quando è iniziato il fattaccio.
Pensa tu che razza di ponente che c'era.
Titolo: Re: Vi ho raccontato di questa estate?
Inserito da: cileri - Febbraio 24, 2011, 13:50:20 pm
bellissimo racconto  [///] almeno ti sei divertito, guarda il lato positivo, ed avrai accumulato esperienza per quando accadrà di nuovo (si spera  :D)
Titolo: Re: Vi ho raccontato di questa estate?
Inserito da: astradoni - Febbraio 24, 2011, 14:03:31 pm
Ciao Totonno è un piacere rileggerti, qualcuno ci riesce senza raffio
http://www.youtube.com/watch?v=tnpf_ugxZOw&feature=related
 
Titolo: Re: Vi ho raccontato di questa estate?
Inserito da: Totonno® - Febbraio 24, 2011, 14:30:27 pm
GRANDE!!!!
Ma le condizioni meteo mi sembrano un tantino diverse e ti giuro che Io mi stavo davvero facendo sotto dalla paura.
Titolo: Re: Vi ho raccontato di questa estate?
Inserito da: Totonno® - Febbraio 24, 2011, 14:35:26 pm
Ah, la "creatura" mia era anche abbastanza più grossa di quella del video ed è arrivata su pure bella incazzata.
Titolo: Re: Vi ho raccontato di questa estate?
Inserito da: IONICO - Febbraio 24, 2011, 15:11:55 pm
contento di  rileggerti, bella storia, peccato per il finale.
Titolo: Re: Vi ho raccontato di questa estate?
Inserito da: Nocciolino - Febbraio 24, 2011, 15:52:08 pm
Sempre bello sentire storie di mare soprattutto se scritte così bene e dal Kayak. Ognuno di noi suppongo che abbia pensato a come si sarebbe comportato nel tuo caso specifico, almeno in me mi ha fatto ricordare alle tante situazioni estreme che questa disciplina comporta... Ciao e Grazie   :idea:
Titolo: Re: Vi ho raccontato di questa estate?
Inserito da: matheolo - Febbraio 24, 2011, 16:14:19 pm
ma guarda un pò chi si risente, Totonno delle calabrie   ;D ;D

bella storia, speriamo che possa rifarti.

l'estate scorsa abbiamo fatto qualche battuta di pesca in kayak tra soverato e monasterace, ma quel ventaccio di cui parli ci ha dato solo un giorno di tregua  :'( :'( :'( :'(

ad ogni modo ti aspettiamo per il prossimo incontro in Calabria  :D :D

saluti
matheolo
Titolo: Re: Vi ho raccontato di questa estate?
Inserito da: Totonno® - Febbraio 24, 2011, 16:57:12 pm
Hola Math,
e guarda che la zona che hai battuto è molto più riparata rispetto alla mia.
Diglielo agli altri che razza di vento c'è da queste parti.
Ma la zona che hai citato non è quella dove hanno fatto il tonno dal Kayak?
O ricordo male?
Titolo: Re: Vi ho raccontato di questa estate?
Inserito da: Totonno® - Febbraio 24, 2011, 16:58:32 pm
Sempre bello sentire storie di mare soprattutto se scritte così bene e dal Kayak. Ognuno di noi penso che abbia pensato a come si sarebbe comportato nel tuo caso specifico, almeno in me mi ha fatto pensare alle tante situazioni estreme che questa disciplina comporta... Ciao e Grazie   :idea:


Grazie
Titolo: Re: Vi ho raccontato di questa estate?
Inserito da: Nocciolino - Febbraio 24, 2011, 17:01:56 pm
Ho cambiato un pò il messaggio avevo scritto 40 volte "pensare"
Titolo: Re: Vi ho raccontato di questa estate?
Inserito da: matheolo - Febbraio 24, 2011, 17:27:33 pm

Ma la zona che hai citato non è quella dove hanno fatto il tonno dal Kayak?
O ricordo male?

forse Labrax che batte la zona di catanzaro ne è al corrente  :-\ :-\ :-\

a maggio '10 siamo usciti con alfredo al porto di corigliano e ne giravano  :o :o

quest'anno penso che ci divertiremo, sarai dei nostri?
Titolo: Re: Vi ho raccontato di questa estate?
Inserito da: astradoni - Febbraio 24, 2011, 19:21:07 pm
Ho cambiato un pò il messaggio avevo scritto 40 volte "pensare"

Pensare fa sempre bene §§ §§ §§
Titolo: Re: Vi ho raccontato di questa estate?
Inserito da: Totonno® - Febbraio 24, 2011, 20:19:13 pm

Ma la zona che hai citato non è quella dove hanno fatto il tonno dal Kayak?
O ricordo male?

forse Labrax che batte la zona di catanzaro ne è al corrente  :-\ :-\ :-\

a maggio '10 siamo usciti con alfredo al porto di corigliano e ne giravano  :o :o

quest'anno penso che ci divertiremo, sarai dei nostri?


Sai, nel frattempo sono diventato Papà e comanda mia figlia adesso.
Comunque vedremo.
Titolo: Re: Vi ho raccontato di questa estate?
Inserito da: pik - Febbraio 24, 2011, 21:14:39 pm
Complimento totonno...
Papà? Beh, almeno non hai ancora postato nella sezione "vendo"  §§ §§ §§
Titolo: Re: Vi ho raccontato di questa estate?
Inserito da: gardesano59 - Febbraio 24, 2011, 23:40:57 pm
Che storia .... solo la pesca dal kk ti può dare questo misto di  emozioni  :o ;D :D :-\ :( :'(
Titolo: Re: Vi ho raccontato di questa estate?
Inserito da: Totonno® - Febbraio 25, 2011, 09:06:15 am
Complimento totonno...
Papà? Beh, almeno non hai ancora postato nella sezione "vendo"  §§ §§ §§


A dire il vero sto cercando un KK a due posti  :) :) :)
Titolo: Re: Vi ho raccontato di questa estate?
Inserito da: matheolo - Febbraio 25, 2011, 09:16:12 am



A dire il vero sto cercando un KK a due posti  :) :) :)

l'ideale per voi sarebbe il malibu xl (2 posti + 1 per la bambina :D) da utilizzare perfettamente anche in solitaria sfruttando la seduta centrale

fatti un giro dai tuoi amici del decathlon  §§ §§
Titolo: Re: Vi ho raccontato di questa estate?
Inserito da: redman - Febbraio 25, 2011, 09:26:04 am
Bentornato Totonno
"Bella" storia  ... peccato perchè sarebbe potuta diventare bellissima ...
Credo che da allora hai già ripensato qualche migliaio di volte all'accaduto ... e qualche altro migliaio di volte a cosa avresti potuto fare per "vincere" .
Le condizioni meteo erano avverse ... ti hanno messo fretta ...  non ti hanno di certo aiutato ... e con un pesce del genere in canna non si comanda mai dal Kayak ... sono sicuro che alle contromisure giuste sarai già arrivato da solo ...
La Leccia è una bella combattente ed ha la tendenza di ripartire due o tre volte anche quando è quasi sottobordo  ... un pesce di un metro e mezzo è di circa 12-14 Kg ... portarlo allo sfinimento ci vuole , secondo la regola di un mio "maestro" , 12 - 14 minuti ...
Ma è inutile che ti rigiro il coltello nella piaga ... sò come ci si sente ... e a questa cosà qui avrai ripensato  per troppe volte anche da solo ...
Posso solo augurarti di riagganciarla ... cresciuta di un anno ... e sono certo che le cose andranno diversamente ...
In bocca al lupo.
Titolo: Re: Vi ho raccontato di questa estate?
Inserito da: Totonno® - Febbraio 25, 2011, 11:23:32 am
Citazione
Credo che da allora hai già ripensato qualche migliaio di volte all'accaduto ... e qualche altro migliaio di volte a cosa avresti potuto fare per "vincere" .

Certo che ci ho pensato, grazie anche ai suggerimenti del mio maestro in tecniche di pesca sportiva non convenzionali: le bombe!!!! Avrei potuto tirargli addosso una granata o un trakko bello grosso che mi è avanzato da Natale :-) :-) :-)
Scherzi a parte, se non ci fosse stato quel vento me la sarei potuta lavorare meglio e con più calma, magari facendola arrivare sopra un po' più spompata. Inoltre, ho fatto la grossissima cavolata di prendere il filo in mano per alzarla: NON FATELO MAI. A me è la seconda volta che capita di perdere un pesce per questo errore, la prima volta dalla spiaggia. E' il tipico errore che si commette quando l'istinto prende il sopravvento.
Nel mio caso non era istinto ma paura.

Citazione
a Leccia è una bella combattente ed ha la tendenza di ripartire due o tre volte anche quando è quasi sottobordo  ... un pesce di un metro e mezzo è di circa 12-14 Kg

Na leccia anoressica?????
Secondo me era almeno 20 kg e non accetto rilanci!!!!!!


Citazione
Posso solo augurarti di riagganciarla ... cresciuta di un anno ... e sono certo che le cose andranno diversamente ...
In bocca al lupo.

Guarda, dopo quella volta mi sono autocostruito un raffio con il manico di un martello da muratore e un amo da tonni.
Na sciccheria, se riesco vi posto la ricetta !!!!!
Lo tengo sempre bello affilato e pronto all'uso.


 
Titolo: Re: Vi ho raccontato di questa estate?
Inserito da: Totonno® - Febbraio 25, 2011, 11:49:51 am
(http://www.seaprogram.org/images/white-shark-kayak%20Tpeschak02.jpg)

Sempre a proposito di ricordi, questa estate mi è capitata più o meno la stessa cosa.
Erano le 6 di mattina di una giornata di metà agosto, in acqua non si vedeva una barca e sulla spiaggia non c'era nessuno.
Pagaiavo a circa 100 metri dalla spiaggia cercando di fare qualche aguglia nei pressi di Squillace quando  ad un tratto, a 50 metri dalla mia canoa, tra me e la spiaggia, vedo materializzarsi prima una sagoma scura sott'acqua e poi emergere il dorso di un bestione extralarge con una pinna inquietante.....
Sono stati attimi di panico (la sera prima avevo visto "Lo squalo" su rete 4) e istintivamente ho preso la pagaia in mano attendendo il peggio.
Ma per fortuna era una allegra famigliola di delfini che si godevano quel bellissimo tratto i mare.
Li ho rivisti altre due volte nel corso dell'estate, sempre tre, due grandi e uno piccolo, e sempre vicinissimi alla spiaggia.
L'ultima volta ad ottobre a 3-4 km da dove li avevo avvistati la prima volta.
Titolo: Re: Vi ho raccontato di questa estate?
Inserito da: redman - Febbraio 25, 2011, 13:03:34 pm

Citazione
a Leccia è una bella combattente ed ha la tendenza di ripartire due o tre volte anche quando è quasi sottobordo  ... un pesce di un metro e mezzo è di circa 12-14 Kg

Na leccia anoressica?????
Secondo me era almeno 20 kg e non accetto rilanci!!!!!!
 

Sarà sicuramente come dici tu ... però la Leccia per la sua forma inganna parecchio ... vedi questa ?

(http://img810.imageshack.us/img810/8302/modificatainviata.jpg) (http://img810.imageshack.us/i/modificatainviata.jpg/)

Uploaded with ImageShack.us (http://imageshack.us)

Credo di averla già postata da qualche parte ... era lunga dalla punta della coda al punta della testa 140 cm ... l'avevo stimata a occhio 15 kg ... sai quant'era ? mooolto meno  ...
Accetto rilanci !!!   ;) ;D

P.s. Comunque sulle dimensioni dei pesci  e delle dimensioni  riportate  dai pescatori  se ne potrebbe parlare per una vita ... ci sono pesci pescati  che continuano a crescere anche dopo morti ... credo  sia un'anomalia in natura ... ma succede spesso   ;D ;D ;D ... ci si potrebbe fare un libro  ;) ;D ;) ;D
Titolo: Re: Vi ho raccontato di questa estate?
Inserito da: Totonno® - Febbraio 25, 2011, 14:14:40 pm
Guarda, vedendola nella foto mi sembra molto più piccola di quella che ho allamato Io, amenochè tu non sia alto più di due metri e le proporzioni mi ingannino.
Titolo: Re: Vi ho raccontato di questa estate?
Inserito da: idolo - Febbraio 25, 2011, 14:32:56 pm
Io mi sono sempre trovato bene ad usare il metro come termine di giudizio...  non mi sono mai trovato bene con il peso... capita che a parità di specie un pesce più piccolo risulti più pesante di uno dimensionalmente maggiore...
Titolo: Re: Vi ho raccontato di questa estate?
Inserito da: capitano64 - Febbraio 25, 2011, 19:19:24 pm
ciao  ;)
ho preso spigole corte e tozze che pesavano più di una lunga  --
io penso che la stima ad "occhio" inganna sempre, con il mio amico di scorribande (pesca) nasce sempre lo sfottò sul pesce che si slama o spezza il terminale e sempre quello della vita ;)
nulla a togliere alla tua cattura :idea:


capitano64