Autore Topic: Capire le caratteristiche di un kayak dalla sua forma  (Letto 7716 volte)

Offline Sclarkans

  • pescainkayak.com user
  • Post: 2.628
  • mare, lago, fiume, torrente, ovunque ci sia acqua
Re:Capire le caratteristiche di un kayak dalla sua forma
« Risposta #320 il: Dicembre 21, 2018, 10:44:51 am »
col trident 11 (che è volutamente corto per via della trasportabilità nel furgone), sono su un mini chiattone con pagaia. Se prendessi il Compass, a parità di lunghezza avrei i pedali che [...] forse durerei meno fatica.
Sinceramente non vorrei mai dar via il t11 però. Comunque nell'ottica di pesca a spinning nei canali va benissimo.
MI è sorto pure il dubbio che il compass di dotazione non abbia il sistema pedali nuovo quello con la retro. Per la pesca a spinning credo che la retro sia molto importante, perché si deve sempre aggiustare la posizione del kayak per poter lanciare. Il fatto poi di non dover mollare mai la canna, è un altro fattore a favore del compass.

Se è per un uso di pesca nei canali, il Compass sarà sicuramente più comodo e meno affaticante del Trident 11, specie se monta il Mirage nuovo con la retro (verifica ...) per lo spinning.

Per il mare ... rimango sempre del mio punto di vista che Compass o non-Compass, Outback o non-outback ... io ci uscirei molto più tranquillo con un Revo 13 ... che è poi il modello di "kayak" con una lunghezza "corta" (409 cm) appena sotto il limite rispetto alle lunghezze consigliate per i kayak a pagaia, molto meno kiattone degli altri due.

É al Revolution 13, al max al Revo 11 sostanzialmente  che mi riferisco come "kayak" a pedali, quando parlo del fatto che un Hobie, anche qualora non abbia lunghezza ottimale per il mare, essendo a pinnette e dotato di timone, può permettersi misure anche lievemente sotto al limite riuscendo ad offrire sicurezza, efficacia e performance anche superiori a quelle di un suo analogo a pagaia.

Ma ai vari Compass, Outback, Proangler e compagnia ... sinceramente non ci penserei ... a portarmeli a spasso in giro per il mare ... a meno che non si tratti di uscite con mare calmo, quasi calmo o al max poco mosso ... e con assoluta garanzia di tenuta nel tempo delle condi meteo-marine iniziali.

Pedali sì ... ma c'è sempre da considerare che gli Hobie, per il fatto di avere una chiglia disegnata per la propulsione a pinnette, a pagaia lasciano abbastanza a desiderare ... se poi è pure largo- largo, in caso di guasto al sistema ... come fai a rientrare a pagaia?
Hobie sì ... pinnette sì ... ma se scafo un po' più stretto è sempre meglio ...

A meno che non si opti per un Oasis e allora li, pur kiattone, la musica cambia ...
  • Seakayak "SK 6.0" / Tribord RK 500-1 Orange / Rainbow Vulcano 425 / ex Hobie Oasis (2011-18) / Moto Guzzi "1958" Special / Apecar 175 Sprint
Così è se vi pare        (L. Pirandello)

Non è importante che tutti la si pensi esattamente allo stesso modo. È importante che ciascuno la pensi esattamente a modo suo.                 (Me medesimo)

Offline MozzoYak

  • pescainkayak.com user
  • Post: 257
    • Pisa
Re:Capire le caratteristiche di un kayak dalla sua forma
« Risposta #321 il: Dicembre 21, 2018, 11:04:22 am »
....scusate ora vado off topic. Sì, spesso quando esco vado nei canali a spinnare, ma poi esco sempre in mare, anche col t11, a seconda delle condizioni del mare ovviamente. Ogni tanto la corrente in uscita dalla foce è sostenuta, anche in funzione di quanto ha piovuto e del vento. IN quel caso rientrare se si è stanchi con il T11 lo senti.  :-[
Diciamo che mi è venuta la curiosità dei pedali.

Quindi secondo te tra un Revo 11 e un Compass è meglio il primo? Anche se un pò più datato del secondo? Il Revo 11 se non sbaglio ha le dimensioni del T11, però di contro ha la propulsione a pedali. MI piace del compass però il fatto di poterci pescare in piedi che nel caso dello spinning è ottimo. In ogni caso i prezzi degli Hobie sono veramente assurdi.

  • Ocean Kayak T11 - Kaskazi Breeze - MozzoBoard

Offline Sclarkans

  • pescainkayak.com user
  • Post: 2.628
  • mare, lago, fiume, torrente, ovunque ci sia acqua
Re:Capire le caratteristiche di un kayak dalla sua forma
« Risposta #322 il: Dicembre 21, 2018, 11:29:37 am »

....scusate ora vado off topic. Sì, spesso quando esco vado nei canali a spinnare, ma poi esco sempre in mare, anche col t11, a seconda delle condizioni del mare ovviamente. Ogni tanto la corrente in uscita dalla foce è sostenuta, anche in funzione di quanto ha piovuto e del vento. IN quel caso rientrare se si è stanchi con il T11 lo senti.  :-[
Diciamo che mi è venuta la curiosità dei pedali.

Quindi secondo te tra un Revo 11 e un Compass è meglio il primo? Anche se un pò più datato del secondo? Il Revo 11 se non sbaglio ha le dimensioni del T11, però di contro ha la propulsione a pedali. MI piace del compass però il fatto di poterci pescare in piedi che nel caso dello spinning è ottimo. In ogni caso i prezzi degli Hobie sono veramente assurdi.

Sui prezzi assurdi degli Hobie mi trovi pienamente d'accordo: valgono meno di quello che costano a noi poveri pedalatori italiani. Il prezzo giusto lo pagano i pedalatori americani ...

Per pescarci in piedi: Compass, senza alcun dubbio;

Per affrontare la corrente della foce, vento, etc:
se l'hai già affrontata bene con un Trident 11, la affronteresti ancor meglio con un Compass; con un Revo 11 ancor meglio.

Per inoltrarsi in mare, dopo le spinnate in canale, in foce:
se condi-meteo tranquille, se lo hai gia fatto con il Trident 11, lo farai ancor meglio con il Compass.

Per uscite specifiche direttamente in mare:
Meglio, secondo me, un Revo 11 ... per i motivi detti sopra, nel post precedente ... più stretto è sempre preferibile.

Spero di esserti stato in qualche modo utile ... quanto meno come spunto di confronto e di riflessione ... perché poi la verità in tasca non ce l'abbiamo nessuno ... però parlarne e confrontarci spesso un po' aiuta ...  )))


  • Seakayak "SK 6.0" / Tribord RK 500-1 Orange / Rainbow Vulcano 425 / ex Hobie Oasis (2011-18) / Moto Guzzi "1958" Special / Apecar 175 Sprint
Così è se vi pare        (L. Pirandello)

Non è importante che tutti la si pensi esattamente allo stesso modo. È importante che ciascuno la pensi esattamente a modo suo.                 (Me medesimo)

Offline Sclarkans

  • pescainkayak.com user
  • Post: 2.628
  • mare, lago, fiume, torrente, ovunque ci sia acqua
Re:Capire le caratteristiche di un kayak dalla sua forma
« Risposta #323 il: Dicembre 21, 2018, 11:37:50 am »
Per il discorso pinnette con la retro, però ... mi sa che il Compass esca con il sistema senza retro ... per cui, visto che a te interessa la retro per lo spinning, il costo cresce ancora un po' ... perché si tratterebbe credo (da verificare con il venditore) di valutare il valore del sistema senza retro, aggiungere la differenza in termini di money e prendere il sistema con la retro.
  • Seakayak "SK 6.0" / Tribord RK 500-1 Orange / Rainbow Vulcano 425 / ex Hobie Oasis (2011-18) / Moto Guzzi "1958" Special / Apecar 175 Sprint
Così è se vi pare        (L. Pirandello)

Non è importante che tutti la si pensi esattamente allo stesso modo. È importante che ciascuno la pensi esattamente a modo suo.                 (Me medesimo)

Offline Sclarkans

  • pescainkayak.com user
  • Post: 2.628
  • mare, lago, fiume, torrente, ovunque ci sia acqua
Re:Capire le caratteristiche di un kayak dalla sua forma
« Risposta #324 il: Dicembre 21, 2018, 11:52:26 am »
Per il discorso pinnette con la retro, però ... mi sa che il Compass esca con il sistema senza retro ... per cui, visto che a te interessa la retro per lo spinning, il costo cresce ancora un po' ... perché si tratterebbe credo (da verificare con il venditore) di valutare il valore del sistema senza retro, aggiungere la differenza in termini di money e prendere il sistema con la retro.

Sempre che sistema con retro e sistema senza retro siano compatibili relativamente alla predisposizione di inserimento nello scafo ... cioè che nel Compass possano essere inseriti sia l'uno che l'altro sistema ... perché non lo so ... da verificare con il venditore.

Anzi, mozzo, se verifichi ... faccelo sapere ... così sapremo una cosa in più  ;)
  • Seakayak "SK 6.0" / Tribord RK 500-1 Orange / Rainbow Vulcano 425 / ex Hobie Oasis (2011-18) / Moto Guzzi "1958" Special / Apecar 175 Sprint
Così è se vi pare        (L. Pirandello)

Non è importante che tutti la si pensi esattamente allo stesso modo. È importante che ciascuno la pensi esattamente a modo suo.                 (Me medesimo)

Offline Sclarkans

  • pescainkayak.com user
  • Post: 2.628
  • mare, lago, fiume, torrente, ovunque ci sia acqua
Re:Capire le caratteristiche di un kayak dalla sua forma
« Risposta #325 il: Dicembre 21, 2018, 12:27:22 pm »
Per quanto riguarda il Breeze, invece per adesso è il kayak da pagaia e da passeggio.

Ho aggiunto pure io la linea vita e una serie di elastici portaoggetti in coperta.

Nelle foto, com'era prima e com'è ora...io le metterei. La cosa costa poco ed è semplice. Con dei passacordino piatti, cima elastica e cima si fa presto e abbiamo la linea vita  :idea:
[/quote]
Ottimo lavoro, mozzo  :idea:

Tornando alle cime perimetrali.
Ovvio che, se non ci sono, come nel caso del Vulcano 425 o dell'Endurance di jaccher non è un dramma: gliele si installano, facilmente, in fai da te.
Però, se già ci sono ... come nel Tribord e nel Disco ... é sempre un lavoro in meno da fare ...

Per quanto riguarda il Breeze, come kayakino da pagaia e da passeggiata, mozzo ... io uno skeg retrattile glielo metterei: da passeggiata, si trasformerebbe automaticamente in kayak da mare ...

E metterei lo skeg, non il timone ... un timone non ha senso in un kayak bellino come il Breeze e della sua lunghezza.
Con uno skeg retrattile veramente quel kayak farebbe un salto di qualità considerevole, in navigazione e nei rientri in surfata ... Meditaci ...  )))
  • Seakayak "SK 6.0" / Tribord RK 500-1 Orange / Rainbow Vulcano 425 / ex Hobie Oasis (2011-18) / Moto Guzzi "1958" Special / Apecar 175 Sprint
Così è se vi pare        (L. Pirandello)

Non è importante che tutti la si pensi esattamente allo stesso modo. È importante che ciascuno la pensi esattamente a modo suo.                 (Me medesimo)

Offline Sclarkans

  • pescainkayak.com user
  • Post: 2.628
  • mare, lago, fiume, torrente, ovunque ci sia acqua
Re:Capire le caratteristiche di un kayak dalla sua forma
« Risposta #326 il: Dicembre 21, 2018, 12:29:00 pm »
Per quanto riguarda il Breeze, invece per adesso è il kayak da pagaia e da passeggio.

Ho aggiunto pure io la linea vita e una serie di elastici portaoggetti in coperta.

Nelle foto, com'era prima e com'è ora...io le metterei. La cosa costa poco ed è semplice. Con dei passacordino piatti, cima elastica e cima si fa presto e abbiamo la linea vita  :idea:

Ottimo lavoro, mozzo  :idea:

Tornando alle cime perimetrali.
Ovvio che, se non ci sono, come nel caso del Vulcano 425 o dell'Endurance di jaccher non è un dramma: gliele si installano, facilmente, in fai da te.
Però, se già ci sono ... come nel Tribord e nel Disco ... é sempre un lavoro in meno da fare ...

Per quanto riguarda il Breeze, come kayakino da pagaia e da passeggiata, mozzo ... io uno skeg retrattile glielo metterei: da passeggiata, si trasformerebbe automaticamente in kayak da mare ...

E metterei lo skeg, non il timone ... un timone non ha senso in un kayak bellino come il Breeze e della sua lunghezza.
Con uno skeg retrattile veramente quel kayak farebbe un salto di qualità considerevole, in navigazione e nei rientri in surfata ... Meditaci ...  )))
  • Seakayak "SK 6.0" / Tribord RK 500-1 Orange / Rainbow Vulcano 425 / ex Hobie Oasis (2011-18) / Moto Guzzi "1958" Special / Apecar 175 Sprint
Così è se vi pare        (L. Pirandello)

Non è importante che tutti la si pensi esattamente allo stesso modo. È importante che ciascuno la pensi esattamente a modo suo.                 (Me medesimo)

Offline Sclarkans

  • pescainkayak.com user
  • Post: 2.628
  • mare, lago, fiume, torrente, ovunque ci sia acqua
Re:Capire le caratteristiche di un kayak dalla sua forma
« Risposta #327 il: Dicembre 21, 2018, 13:08:14 pm »
Garde, mi sa che la scelta è già fatta anche per te, visto che il Breeze, grazie alla leggerezza, alla versatilita' in trasporto e rimessaggio, ti tira parecchio ... e non hai tutti i torti, in fondo.

Ma devi pensarlo, già da adesso, da dotare di skeg retrattile ... e allora sì che avrai un kayak all'altezza delle tue necessità.

Uno skeg retrattile in un Breeze è il classico esempio di come un semplice dettaglio, quello giusto, possa fare la differenza e trasformare un timidino in un cuore impavido.

Quasi quasi ... comincio a farci un pensierino anch'io ... in sostituzione dell'idea disco ...  ;D
  • Seakayak "SK 6.0" / Tribord RK 500-1 Orange / Rainbow Vulcano 425 / ex Hobie Oasis (2011-18) / Moto Guzzi "1958" Special / Apecar 175 Sprint
Così è se vi pare        (L. Pirandello)

Non è importante che tutti la si pensi esattamente allo stesso modo. È importante che ciascuno la pensi esattamente a modo suo.                 (Me medesimo)

Offline Sclarkans

  • pescainkayak.com user
  • Post: 2.628
  • mare, lago, fiume, torrente, ovunque ci sia acqua
Re:Capire le caratteristiche di un kayak dalla sua forma
« Risposta #328 il: Dicembre 21, 2018, 13:20:15 pm »
... sempre che lo si riesca a prendere a non oltre 900 euro ... chissà, che ordinandone due allo stesso tempo, o magari anche più di due qualora qualcun altro si unisca alla Breezata,  non si riesca a prenderlo anche a meno.

Se andate in fondo ... fatemi sapere, io nel caso posso esserci nel gruppo di acquisto ... é solo questione di prezzo ... se è buono, ci sono anch'io.
Fatemi sapere ... ;)
  • Seakayak "SK 6.0" / Tribord RK 500-1 Orange / Rainbow Vulcano 425 / ex Hobie Oasis (2011-18) / Moto Guzzi "1958" Special / Apecar 175 Sprint
Così è se vi pare        (L. Pirandello)

Non è importante che tutti la si pensi esattamente allo stesso modo. È importante che ciascuno la pensi esattamente a modo suo.                 (Me medesimo)

Offline gardesano59

  • pescainkayak.com user
  • Post: 2.599
Re:Capire le caratteristiche di un kayak dalla sua forma
« Risposta #329 il: Dicembre 21, 2018, 14:11:00 pm »
del breeze vorrei solo sapere come si comporta con (eventuale) pescione in canna ... e che sensazione trasmette da fermo a un miglio dalla costa

Perché dici skeg ? A quanto dicono il breeze va dritto come un fuso e tine molto bene la rotta già di suo senza timone, lo skeg credo che costi dei begli eurini farlo installare.

Comunque appena arrivano i nuovi dorado penso di andare a vederli e probabilmente vedrò dal vivo anche il breeze  e ti faccio sapere
  • scupper pro
Pino
abito a Milano
quando posso pesco a Riva Trigoso

Offline Sclarkans

  • pescainkayak.com user
  • Post: 2.628
  • mare, lago, fiume, torrente, ovunque ci sia acqua
Re:Capire le caratteristiche di un kayak dalla sua forma
« Risposta #330 il: Dicembre 21, 2018, 14:37:59 pm »

Perché dici skeg ? A quanto dicono il breeze va dritto come un fuso e tine molto bene la rotta già di suo senza timone, lo skeg credo che costi dei begli eurini farlo installare.

Mozzo ... quando puoi, posta perda ore  'sta chiglia del Breeze, da prua a poppa, e una foto dello skeg di poppa.
Foto con prospettiva laterale, frontale e dall'alto in basso ... così tagliamo la testa al toro sul discorso skeg - non skeg.

@gardesano

Lo skeg retrattile, tra costo dello skeg e manodopera, con meno di 100 euro installano pure te ...  ;D
  • Seakayak "SK 6.0" / Tribord RK 500-1 Orange / Rainbow Vulcano 425 / ex Hobie Oasis (2011-18) / Moto Guzzi "1958" Special / Apecar 175 Sprint
Così è se vi pare        (L. Pirandello)

Non è importante che tutti la si pensi esattamente allo stesso modo. È importante che ciascuno la pensi esattamente a modo suo.                 (Me medesimo)

Offline Sclarkans

  • pescainkayak.com user
  • Post: 2.628
  • mare, lago, fiume, torrente, ovunque ci sia acqua
Re:Capire le caratteristiche di un kayak dalla sua forma
« Risposta #331 il: Dicembre 21, 2018, 14:38:51 pm »
perda ore  ;D = per favore
  • Seakayak "SK 6.0" / Tribord RK 500-1 Orange / Rainbow Vulcano 425 / ex Hobie Oasis (2011-18) / Moto Guzzi "1958" Special / Apecar 175 Sprint
Così è se vi pare        (L. Pirandello)

Non è importante che tutti la si pensi esattamente allo stesso modo. È importante che ciascuno la pensi esattamente a modo suo.                 (Me medesimo)

Offline MozzoYak

  • pescainkayak.com user
  • Post: 257
    • Pisa
Re:Capire le caratteristiche di un kayak dalla sua forma
« Risposta #332 il: Dicembre 21, 2018, 14:51:44 pm »
OK. Appena ho un minuto vado a fare le foto.
Sono d'accordo con le tue considerazioni riguardo agli Hobie. Diciamo che il degno sostituto del T11 sarebbe il compass, per il fatto che ci potrei pescare in piedi e che comunque la propulsione a pedali affaticherebbe meno. Ma il T11 ora come ora non ho intenzioni di venderlo anche perché ci farei pochissimo e preferisco tenerlo.
Quanto al Breeze, come direzionalità devo dire che è ottima anche senza niente. Non ho mai provato o usato uno skeg quindi non so in che cosa ci guadanerei. Farlo istallare non credo sia una passeggiata, nel senso che andrebbe fatto uno scasso sotto allo scafo. E come si fa ad accedere dentro allo scafo a poppa per poter fare lo skeg? Mettere un timone, in confronto è una passeggiata (ho già timonato due kayak e a parte qualche moccolo, è andato tutto liscio... :D)
  • Ocean Kayak T11 - Kaskazi Breeze - MozzoBoard

Offline Sclarkans

  • pescainkayak.com user
  • Post: 2.628
  • mare, lago, fiume, torrente, ovunque ci sia acqua
Re:Capire le caratteristiche di un kayak dalla sua forma
« Risposta #333 il: Dicembre 21, 2018, 15:03:56 pm »

uno skeg [...] Farlo istallare non credo sia una passeggiata, nel senso che andrebbe fatto uno scasso sotto allo scafo. E come si fa ad accedere dentro allo scafo a poppa per poter fare lo skeg?

Ci sono due tipologie di incasso del vano che ospita lo skeg retrattile:

1) con bordo aderente all'interno dello scafo;
2) con bordo aderente all'esterno della chiglia.

La tipologia 1) la si utilizza in tutti i casi in cui è possibile, tramite gavone di poppa, entrarci e lavorarci dentro;

La tipologia 2) in tutti i casi in cui, causa mancanza gavone di poppa, non è possibile accedere all'interno dello scafo.
  • Seakayak "SK 6.0" / Tribord RK 500-1 Orange / Rainbow Vulcano 425 / ex Hobie Oasis (2011-18) / Moto Guzzi "1958" Special / Apecar 175 Sprint
Così è se vi pare        (L. Pirandello)

Non è importante che tutti la si pensi esattamente allo stesso modo. È importante che ciascuno la pensi esattamente a modo suo.                 (Me medesimo)

Offline Sclarkans

  • pescainkayak.com user
  • Post: 2.628
  • mare, lago, fiume, torrente, ovunque ci sia acqua
Re:Capire le caratteristiche di un kayak dalla sua forma
« Risposta #334 il: Dicembre 21, 2018, 15:20:28 pm »
Il Breeze il gavone di poppa cmq ce l'ha e con l'una tipologia di vano o con l'altra, qualora anche potendo accedere all'interno dello scafo sia difficile installare il vano con bordo aderente dall'interno, il problema lo si risolve.

A meno che, il Breeze non abbia paratia interna che chiude l'interno dello scafo tra gavone e poppa ... nel qual caso si rende necessario fare un "gavoncino" sopra coperta all'altezza dello skeg ed accedervi da lì.
Ad ogni modo, a tutto c'è una soluzione ... solo alla morte non c'è rimedio ...  ;D
  • Seakayak "SK 6.0" / Tribord RK 500-1 Orange / Rainbow Vulcano 425 / ex Hobie Oasis (2011-18) / Moto Guzzi "1958" Special / Apecar 175 Sprint
Così è se vi pare        (L. Pirandello)

Non è importante che tutti la si pensi esattamente allo stesso modo. È importante che ciascuno la pensi esattamente a modo suo.                 (Me medesimo)

Offline Sclarkans

  • pescainkayak.com user
  • Post: 2.628
  • mare, lago, fiume, torrente, ovunque ci sia acqua
Re:Capire le caratteristiche di un kayak dalla sua forma
« Risposta #335 il: Dicembre 21, 2018, 23:55:07 pm »
@mozzo
@garde

Skeg retrattile: cosa ci si guadagna, visto che il Breeze come dite (e ci credo) va dritto come un fuso.

Mi sono già espresso, pur non avendo ancora visto 'sta chiglia del Breeze ... e questo fa di me un temerario ...  ;D

In che senso?
Nel senso che, a meno che il Breeze non sia pinnato di poppa tipo Tribord e Vulcano (ma non credo ... in questi sono temerario ...  ;D), uno skeg in un kayak con una chiglia nella norma serve sempre.

In cosa serve?
Mi pare di averlo già detto ... ma lo ridico.

Un kayak senza skeg o timone tiene ok ... ma fino a che condizioni meteo-marine, onde laterali, trasversali, altezza, vento e compagnia bella ...???

Se uno vuole un kayak che non stia in punta di rasoio ... nel senso che, se peggiorano le condizioni, stai tranquillo di poter inserire la "marcia" skeg per stabilizzarti di poppa, in modo da concentrare le attenzioni  del governo del kayak solo da mezzeria in avanti (pagaiate correttive, asimmetria, timonate di prua, etc) senza disperdere energie ed attenzioni a poppa ... ecco che lo skeg casca a pennello ... te lo fa lui quel lavoro senza che tu faccia niente ... devi solo graduare la profondità dello skeg, a seconda delle andature e delle condizioni del mare ... é un aiuto di non poco conto quando le cose in mare cominciano a mettersi maluccio.

Perché farne a meno?
É un dispositivo di sicurezza preventiva in più, almeno io così lo interpreto. Questo in navigazione

Nei rientri in zona surf, non ne parliamo ... mare agitato, zona surf difficile ... senza skeg ti attacchi ... con lo skeg, se sai surfare, surfi e vai in planata tenendo piu facilmente la direzione ... abbassi la probabilità di traversarti di colpo e cappottarti.

Non so se mi sono spiegato  )))
  • Seakayak "SK 6.0" / Tribord RK 500-1 Orange / Rainbow Vulcano 425 / ex Hobie Oasis (2011-18) / Moto Guzzi "1958" Special / Apecar 175 Sprint
Così è se vi pare        (L. Pirandello)

Non è importante che tutti la si pensi esattamente allo stesso modo. È importante che ciascuno la pensi esattamente a modo suo.                 (Me medesimo)

Offline Sclarkans

  • pescainkayak.com user
  • Post: 2.628
  • mare, lago, fiume, torrente, ovunque ci sia acqua
Re:Capire le caratteristiche di un kayak dalla sua forma
« Risposta #336 il: Dicembre 22, 2018, 00:24:28 am »
Perché lo skeg e non un timone?

Perché il timone in un kayak corto e con rocker non è necessario proprio ... é sufficiente uno skeg. Con uno scafo manovriero è un piacere, inoltre, governare, virare ... senza usare alcun timone. Wuesto, al solito, in navigazione.

In zona surf, il timone poi non ci azzecca proprio ... l'aggeggio appropriato è lo skeg.
Ovvio, se non disponi di skeg ma solo di timone ... fai di necessità virtù ed usi il timone ... ma non è esattamente l'aggeggio giusto ... e le controproducenze sono ovvie ... ma se volete ... esplicito anche queste ...  ;D
  • Seakayak "SK 6.0" / Tribord RK 500-1 Orange / Rainbow Vulcano 425 / ex Hobie Oasis (2011-18) / Moto Guzzi "1958" Special / Apecar 175 Sprint
Così è se vi pare        (L. Pirandello)

Non è importante che tutti la si pensi esattamente allo stesso modo. È importante che ciascuno la pensi esattamente a modo suo.                 (Me medesimo)

Offline Sclarkans

  • pescainkayak.com user
  • Post: 2.628
  • mare, lago, fiume, torrente, ovunque ci sia acqua
Re:Capire le caratteristiche di un kayak dalla sua forma
« Risposta #337 il: Dicembre 22, 2018, 00:47:13 am »
Con i kayak in PE ... non si parla quasi mai di skeg (e forse è per questo che siamo poco abituati ...) ma si parla sempre e solo di timone, non perché uno skeg non serva: non se ne parla per il semplice fatto che, anche volendo, sul PE è impossibile installarlo.
Solo qualche casa illuminata fa uscire in produzione scafi in PE già provvisti di skeg retrattili ... il resto dormono ...

Con i kayak in composito ... si apre questa possibilità.
Certo ... solitamente gli skeg retrattili ce li hanno, o gli si installano, su dei sit inside ... più propri ad ospitare la scassa del comando ... con un sot rimane un po' inestetico, data la mancanza di pozzetto chiuso ... ma è, a mio avviso, un inestetismo funzionale ... e quando gli inestetismi sono utili ... diventano belli per definizione.
Estetica, da questo punto di vista = utilitarismo funzionale.
  • Seakayak "SK 6.0" / Tribord RK 500-1 Orange / Rainbow Vulcano 425 / ex Hobie Oasis (2011-18) / Moto Guzzi "1958" Special / Apecar 175 Sprint
Così è se vi pare        (L. Pirandello)

Non è importante che tutti la si pensi esattamente allo stesso modo. È importante che ciascuno la pensi esattamente a modo suo.                 (Me medesimo)

Offline Sclarkans

  • pescainkayak.com user
  • Post: 2.628
  • mare, lago, fiume, torrente, ovunque ci sia acqua
Re:Capire le caratteristiche di un kayak dalla sua forma
« Risposta #338 il: Dicembre 22, 2018, 01:00:01 am »
Chissà poi che anche in un sot, installatore bravo permettendo, non ci possa essere la soluzione per piazzare l'alloggio di comando in un punto del pozzetto tale da rimanere incassato dentro senza creare inestetismi ... sarebbe da studiare ... e capire se si può fare o meno ... siamo a livelli pionieristici da questo punto di vista ... quindi da studiare e provare a capire ...
  • Seakayak "SK 6.0" / Tribord RK 500-1 Orange / Rainbow Vulcano 425 / ex Hobie Oasis (2011-18) / Moto Guzzi "1958" Special / Apecar 175 Sprint
Così è se vi pare        (L. Pirandello)

Non è importante che tutti la si pensi esattamente allo stesso modo. È importante che ciascuno la pensi esattamente a modo suo.                 (Me medesimo)

Offline Sclarkans

  • pescainkayak.com user
  • Post: 2.628
  • mare, lago, fiume, torrente, ovunque ci sia acqua
Re:Capire le caratteristiche di un kayak dalla sua forma
« Risposta #339 il: Dicembre 22, 2018, 01:12:22 am »
Magari un po' scomodo rispetto ad averlo a portata di mano di lato al pozzetto (come nei seakayak) ... lo si potrebbe mettere un  po' dietro ... dietro alla seduta sempre lateralmente sulla murata ... e il comando verrebbe incassato alla perfezione  ;)
Credo.
  • Seakayak "SK 6.0" / Tribord RK 500-1 Orange / Rainbow Vulcano 425 / ex Hobie Oasis (2011-18) / Moto Guzzi "1958" Special / Apecar 175 Sprint
Così è se vi pare        (L. Pirandello)

Non è importante che tutti la si pensi esattamente allo stesso modo. È importante che ciascuno la pensi esattamente a modo suo.                 (Me medesimo)

 

Gadget


15 euro spedizione inclusa (italia)!
Scrivi qui!

* Link alle case

jQuery UI Menu - Categories