Autore Topic: Problemi con l'aguglia viva  (Letto 1244 volte)

Offline Umb

  • User pescainkayak.com
  • *
  • Post: 107
  • Esco in mare tra Terracina e il Circeo
    • Roma
Problemi con l'aguglia viva
« il: Gennaio 30, 2017, 01:21:14 am »
Ciao ragazzi, è tanto che non scrivo e torno a chiedere consigli. Mi ero distaccato un poco in un periodo di diatribe sul forum e soprattutto perchè volevo andare a pesca, ossia più pratica e meno teoria.
 L'ultima estate ho provato la traina con l'aguglia viva alla ricerca del serra. Non fatico particolarmente a trovare le aguglie con la matassina, ne prendo due, uno la lego sotto al kayak e un la innesco.

Direi che ho 3 problemi:

1)Gestione del mulinello rotante.
Ho un Tld 15 lb, se apro tutta la leva della frizione (passando il pulsantino) la lenza si srotola e va in bando. Se metto il cigalino non ho più questo problema ma la sento troppo lenta ugualmente. Quale dovrebbe essere l'assetto; dovrebbe esserci una resistenza funzionale alla traina con la frizione tutta aperta (leva che passa il pulsantino del tutto aperto)? Dipende questo dal settaggio del pre-load, ossia devo tarare meglio la frizione?

2)Piombo per dare tensione al filo.
Ho sempre pescato con lenza libera per non aumentare la difficoltà. Ho visto però, che mi sarebbe comodo un piccolo peso per tenere in tensione la lenza quando per qualsiasi ragione non pagaio. Perciò non parlo di un vero e proprio guardiano, ma qualcosa di piccolo, pensavo a una palletta con clip da 50 g o addirittura qualcosa di passante prima del cavetto. Utilizzate qualche espediente del genere?

3)Innesco dell'aguglia.
Mi hanno attaccato 4-5 volte l'aguglia e mai un combattimento. Anche se è poca casistica, penso di peccare in qualcosa, forse ami troppo piccoli... Metto il trainante rivolto verso l'alto e il pescante verso il basso tra la pinna anale e la caudale. Come capire se l'innesco è fatto bene?

Insomma ho chiesto tante cose ...ma era tanto che covavo  ;D :)
  • Rtm Abaco
...il mare è un antico idioma che non riesco a decifrare...

Offline Sandrokant

  • User pescainkayak.com
  • *
  • Post: 52
    • roma
Re:Problemi con l'aguglia viva
« Risposta #1 il: Gennaio 30, 2017, 10:08:33 am »
Io pesco col fisso quindi non saprei dirti...ma anche io ho collezionato solo mezze aguglie...per giunta neanche mi accorgo dell attacco...doppio danno perché continuo a trainare per km senza esca...voi come fate per ovviare?
  • Rtm disco

carlo 64

  • Visitatore
Re:Problemi con l'aguglia viva
« Risposta #2 il: Febbraio 02, 2017, 13:57:10 pm »

    Ciao Umb  ciao a tutti ,,    anche io manco da parecchio sul forum,,
      ,,,,, sui pesci serra non posso resistere,,,, approfitto

 penso di avere una buona esperienza di traina col vivo ai pesci serra, e posseggo 2 tld 15
  oggetto di indagine quindi posso aiutarti facilmente,,, questo è il mio sistema

  1 la traina col vivo ai pesci serra si dovrebbe fare con la frizione aperta,(intendo con leva giù e cicalino inserito) il pesce va' ferrato quando dopo la prima toccata parte e si posta via tutto, quello è il momento chiudi e gli molli una bella castagna,,,,,, se hai solo la prima toccata ti conviene aspettare, non ha esca in bocca oppure sono piccoli. (vedi che anche le stelle mordicchiano le aguglie)
   
Se con la friz aperta ed il cicalino inserito ancora perdi filo devi avvitare a stringere il preset  che stà vicino alla manovella, basta poco, vedi tu

  2 la lenza libera và benissimo, ma  direi che con un piombino lavora ancora meglio, anche meno di 50 g, considera che devi andare pianissimo, poco più dello scarroccio per fare lavorare la tua esca alla perfezione,   anche 10 grammi sul cavetto tra girella e becco del pesce esca vanno benissimo, anche 5 g

   aggiungo, spella un cavo elettrico ed usa un filetto di rame per assicurare il becco della aguglia al cavetto, basta che lo giri divese volte, vedrai che lavora meglio
 
,,,, io uso una testina da rock fishing di 5 g con amo piccolo trainante (uso i cefali e traino davvero pianissimo), tanto lo ferri sul secondo amo (4/0, 3/0 dietro la pinna), stanne certo

 3  se sono piccoli attaccano e non si ferrano,,  prova ad aspettare, dopo prima tocca prendi la canna in mano a gestiscila piano, tipo spinning, considera che se sente resistenza molla,,,, trainante verso alto o basso è uguale

  Sono sincero, ora uso una canna da spinning con stradic 4000, tutto più leggero,,,,
  suggerisco piccoli cefali, li peschi sottoriva col pane ,,, i bulli li adorano
  Vedo che stiamo vicino, se hai voglia più avanti (finite le seppie) usciamo tra sabaudia e nettuno.

    Saluti a tutti






Offline Umb

  • User pescainkayak.com
  • *
  • Post: 107
  • Esco in mare tra Terracina e il Circeo
    • Roma
Re:Problemi con l'aguglia viva
« Risposta #3 il: Febbraio 15, 2017, 10:24:09 am »
Grazie delle informazioni, precise e utilissime. Non so perchè hotmail aveva deciso di relegare la mail con la notifica delle risposte nella spam. A Pasqua inizierà la mia stagione e proverò  :surf: ...e magari ci si incontra  :idea:
  • Rtm Abaco
...il mare è un antico idioma che non riesco a decifrare...

Offline milo

  • pescainkayak.com user
  • Post: 441
    • ancona
Re:Problemi con l'aguglia viva
« Risposta #4 il: Ottobre 20, 2017, 21:31:39 pm »
Ciao Carlo 64.... ritorno su questo post dopo tanti giorni perché mi è andato All'occhio il discorso della cattura dei cefali.... se vedi questa risposta.... Mi puoi spiegare più in dettaglio che tecnica usi per catturare i cefali con il pane?? Grazie mille

 

Gadget


15 euro spedizione inclusa (italia)!
Scrivi qui!

* Link alle case

jQuery UI Menu - Categories