Autore Topic: Pannello solare  (Letto 1333 volte)

Offline Esox69

  • pescainkayak.com user
  • Post: 62
  • Sea Shephard Italia
    • Reggio Emilia
Pannello solare
« il: Dicembre 08, 2016, 10:31:04 am »
Buongiorno a tutti voi.
Girovagando nel web ho potuto osservare, proposti da varie aziende, pannelli solari da applicare sul kayak.
Il mio dubbio è: sono davvero utili se utilizzate per un kk trekking di più giorni? Con una batteria di riserva (tipo quelle usate dai ragazzi per ricaricare i loro smartphone) non si potrebbe ottenere lo stesso risultato con il minimo ingombro?
Perdonate l'ignoranza in materia ma la curiosità è grande.
Buon 8 dicembre!

Mauro
  • RTM Rytmo - RTM Tempo - DAG Mid-Way

Offline idolo

  • User pescainkayak.com
  • *
  • Post: 4.079
    • Firenze
Re:Pannello solare
« Risposta #1 il: Dicembre 08, 2016, 17:15:10 pm »
Io ho sia il pannello che le batterie ausiliarie...
Ma sto fuori anche 25 giorni senza elettricità 220V.. 
Direi che fino a 4 giorni le batterie ausiliarie possono essere sufficienti, oltre serve una qualche ricarica.
I pannelli d'estate rendono abbastanza quando sbarchi per un riposino e per il pranzo, a bordo del kayak invece non lo tengo mai.

Sappi però che oltre il cellulare o le batterie ausiliarie non ci carichi col pannello, scordati un eco o una batteria da motorino.

  • RK 500-1 - SCUPPER PRO TW - ADVENTURE & PA12 idolo sail kit
L'uomo si misura dal pesce !!!

Sono banditi i chiattoni dalla flotta idolo !

Offline Esox69

  • pescainkayak.com user
  • Post: 62
  • Sea Shephard Italia
    • Reggio Emilia
Re:Pannello solare
« Risposta #2 il: Dicembre 08, 2016, 18:28:59 pm »
Io ho sia il pannello che le batterie ausiliarie...
Ma sto fuori anche 25 giorni senza elettricità 220V.. 
Direi che fino a 4 giorni le batterie ausiliarie possono essere sufficienti, oltre serve una qualche ricarica.
I pannelli d'estate rendono abbastanza quando sbarchi per un riposino e per il pranzo, a bordo del kayak invece non lo tengo mai.

Sappi però che oltre il cellulare o le batterie ausiliarie non ci carichi col pannello, scordati un eco o una batteria da motorino.

Grazie Idolo. Ma per l'eco e/o gps tu come fai???  :mah:
  • RTM Rytmo - RTM Tempo - DAG Mid-Way

Offline idolo

  • User pescainkayak.com
  • *
  • Post: 4.079
    • Firenze
Re:Pannello solare
« Risposta #3 il: Dicembre 08, 2016, 20:05:28 pm »
Batteria da 5 ah, avendo un eco decisamente poco assetato e senza pretese ci vado avanti giorni..  Il GPS non lo uso.

Il pannello solare che utilizzo eroga 5V per cui ottimo per gli oggetti ricaricabili con USB, ma per quelli a 12V dovresti orientarti su altri tipi di pannelli.. 
Ma alla fine... Pè andà indò? 
  • RK 500-1 - SCUPPER PRO TW - ADVENTURE & PA12 idolo sail kit
L'uomo si misura dal pesce !!!

Sono banditi i chiattoni dalla flotta idolo !

Offline Esox69

  • pescainkayak.com user
  • Post: 62
  • Sea Shephard Italia
    • Reggio Emilia
Re:Pannello solare
« Risposta #4 il: Dicembre 08, 2016, 20:52:41 pm »

Ma alla fine... Pè andà indò?

Ripeto, semplice curiosità. Probabilmente le mie uscite saranno più orientate verso il trekking che alla pesca (anche se un paio di cannette dietro la seduta saranno sempre presenti).
Interessante quindi cercare di catturare più esperienze possibili  :idea:
  • RTM Rytmo - RTM Tempo - DAG Mid-Way

Offline idolo

  • User pescainkayak.com
  • *
  • Post: 4.079
    • Firenze
Re:Pannello solare
« Risposta #5 il: Dicembre 09, 2016, 11:52:40 am »
ad es i modelli di cell di qualche anno fa consentono durate dalla batteria infinite rispetto agli attuali e con una piccola powerbank ci fai 2 ricariche... quindi per il discorso cell sei a posto per 15 giorni..
Per le lampade io mi sono trovato bene con quelle ricaricabili a manovella... per cui anche li sei autonomo.

  • RK 500-1 - SCUPPER PRO TW - ADVENTURE & PA12 idolo sail kit
L'uomo si misura dal pesce !!!

Sono banditi i chiattoni dalla flotta idolo !

Offline lor

  • pescainkayak.com user
  • Post: 41
Re:Pannello solare
« Risposta #6 il: Dicembre 09, 2016, 21:04:18 pm »
io uso la piccola powerbank, tengo acceso il tel i pochi minuti necessari per vedere se ci sono chiamate importanti. 4-5 giorni ce li faccio.
Ma: non c'entra con la discussione.....quindi mandatemi allegramente a....parlo dello scarso progresso tecnologico dei pannelli solari negli anni.
ho recentemente riletto un vecchio libro - il viaggio del Brendano- che narra della  traversata dell'atlantico, nel 1976, su una barca di cuoio, per verificare la possibilità che i monaci irlandesi del VI secolo fossero giunti in America. Il viaggio fu:Irlanda (costa ovest)- Scozia-Isole Ebridi-isole Faeroer-Islanda-Groenlandia meridionale-Labrador- Terranova. Bene: durante questo viaggio avevano la radio, alimentata ovviamente a batteria, ricaricata con pannello solare. A me sembra incredibile che in 40 anni il progresso tecnologico dei pannelli solari sia stato così scarso: la ricetrasmittente che avevano era un catafalco; la luce che c'è a quelle latitudini non è molta, eppure potevano contattare almeno una volta al giorno la Guardia Costiera più vicina.   :buck2:
  • oasis raynbow

Offline Stefanobi

  • User pescainkayak.com
  • *
  • Post: 48
    • Verona
Re:Pannello solare
« Risposta #7 il: Dicembre 16, 2016, 09:30:55 am »
Facendo lunghe escursioni in solitaria in giro per i monti pannelli ne ho usati parecchi, e avendo la fortuna di aver avuto qualche sponsor, ne ho testati vari altri, di  tipologie, marche e prezzi diversi. Ho messo alla prova molti aspetti: oltre all'effettiva capacità di fornire un amperaggio ragionevole anche in condizioni di scarso irraggiamento, come può essere in pieno inverno in alta montagna con il cielo velato, la resistenza alle basse e alte temperature, alla forte umidità presente durante lo stoccaggio a lungo termine (resistenza a muffe e ossidazione), la resistenza all'acqua in termini di impermeabilità, alle polveri sottili (che nella piana della Rift Valley in Tanzania sono penetrate anche nella videocamera subacquea!!!), alle sollecitazioni meccaniche, la possibilità di riparare o sostituire i moduli sul campo senza attrezzi specifici, il rapporto resa/peso/superficie... Ho usato e testato pannelli con uscita USB standard, quindi 5 Volt, pieghevoli e dedicati all'utilizzo più escursionistico leggero, e quelli 12 Volt con uscita Accendisigari, arrotolabili, più indicati per uso marino o su veicoli.

Alla fine ho verificato che i migliori in assoluto sono quelli amorfi della statunitense Powerfilm, tra l'altro i più costosi e gli unici che ho dovuto acquistare personalmente :( Sono in grado di fornire Ampere anche in condizioni veramente critiche, vista l'altissima qualità dei pannelli usati, e costruiti secondo standard e procedure impeccabili. Inoltre forniscono anche moduli di ricambio e materiali per costruirsi pannellature personalizzate. Ci puoi caricare tranquillamente anche una batteria da auto, ma ci sono molti fattori che vanno considerati. Da un pannello da 42 Watt, che è circa 50x150 centimetri e pesa grossomodo 8 etti (vado a memoria),  puoi ragionevolmente e realisticamente spremere due Ampere/ora  in condizioni ottimali di irraggiamento, temperatura ambientale e posizione (con i raggi solari perpendicolari). Questo è circa la metà della resa teorica (cioè W/V). Quindi in condizioni ottimali puoi ricaricare più o meno quello che un normale Eco senza GPS consuma. E quando le hai le condizioni ottimali? Raramente se stai fermo in un posto, mai se sei in movimento :)

Diverso il discorso per la ricarica USB, in quel caso, con pannelli molto piccoli, anche da 14 Watt, puoi ragionevolmente pensare ottenere almeno un Ampere in una giornata, anche in condizioni non ottimali, per esempio con cielo velato e il pannello attaccato allo zaino e quindi esposto in maniera saltuaria e non perpendicolare. Un Ampere ti permette di parlare dieci minuti al telefono e di utilizzare una piccola torcia led per circa 10 ore a 10 Lumen. Con il sole, anche se in inverno, ho ottenuto anche più di 4 Ampere al giorno, sempre in movimento. Ma parliamo di utilizzo con apparecchiature a 5 Volt o meno, e assorbimenti bassissimi: telefono, GPS portatile, torcia.

Quindi riassumendo: rimanendo nell'ambito del "Portable" e in movimento anche con un ottimo e ingombrante pannello ci fai poco, se si parla di 12 Volt e batterie da auto. Dovresti accoppiare più pannelli, ma ti ci vorrebbe il tetto di un Camper, non un kayak. Se invece vuoi solo ricaricarci il cellulare e qualche ministilo, allora rimanendo sopra i 14 watt non resterai mai al buio, o almeno mai troppo a lungo.

Poi un consiglio: non fidarti delle caratteristiche tecniche dichiarate. Fare Watt diviso Volt per avere gli Ampere che puoi ottenere è il primo passo per restare al buio e senza telefono e GPS :) Se prendi il 10% di quanto dichiarato sei incredibilmente vicino al valore reale in un utilizzo reale, questo l'ho verificato in centinaia di giornate di utilizzo nel corso di molti anni.
  • Sanblas Bullit - Provincia di Verona

Offline Stefanobi

  • User pescainkayak.com
  • *
  • Post: 48
    • Verona
Re:Pannello solare
« Risposta #8 il: Dicembre 16, 2016, 09:35:08 am »
Ah dimenticavo, per i test ho sempre usato un apposito Amperometro digitale, che si inserisce fra pannello e utilizzatore e che registra sia la resa istantanea che quella totale in Volt e Ampere, non ho fatto test "alla pene di segugio" come si vede nella maggior parte dei casi in rete :)
  • Sanblas Bullit - Provincia di Verona

Offline Sclarkans

  • pescainkayak.com user
  • Post: 2.061
  • costa romagnola
Re:Pannello solare
« Risposta #9 il: Dicembre 16, 2016, 09:52:06 am »
Ciao Stefano  :)
condivido  ;)

Inoltre, c'è da aggiungere che un pannello "da kayak", oltre ad essere flessibile, dovrebbe avere una forma adeguata (penso io,  triangolare o trapezoidale) e, soprattutto, essere resistente sia all'acqua salata e, cosa di non poco conto, essere resistente al vento, se no nel giro di poco si riduce ad uno straccio...

Ultimo aspetto... i costi che, ancora, sono proibitivi in rapporto alla resa, penso all'alimentazione della batteria di un motore elettrico.
  • Hobie Oasis (2011) - Tribord RK 500-1
Così è se vi pare        (L. Pirandello)

Non è importante che tutti la si pensi esattamente allo stesso modo. È importante che ciascuno la pensi esattamente a modo suo.                 (Me medesimo)

Offline Esox69

  • pescainkayak.com user
  • Post: 62
  • Sea Shephard Italia
    • Reggio Emilia
Re:Pannello solare
« Risposta #10 il: Dicembre 16, 2016, 14:51:27 pm »
Ah dimenticavo, per i test ho sempre usato un apposito Amperometro digitale, che si inserisce fra pannello e utilizzatore e che registra sia la resa istantanea che quella totale in Volt e Ampere, non ho fatto test "alla pene di segugio" come si vede nella maggior parte dei casi in rete :)

Grazie Stefano!  [///]
  • RTM Rytmo - RTM Tempo - DAG Mid-Way

 

Gadget


15 euro spedizione inclusa (italia)!
Scrivi qui!

* Link alle case

jQuery UI Menu - Categories