Autore Topic: Taglio e cucito vela V  (Letto 9165 volte)

Offline stecard

  • User pescainkayak.com
  • *
  • Post: 30
    • ROMA
Taglio e cucito vela V
« il: Marzo 24, 2014, 11:54:12 am »
Ciao a tutti, dopo tanto pensare ho finalmente deciso di costruire una vela a V ed un timone per il mio kayak. Vi anticipo che non lo uso per pescare ma solo per divertimento, anche se vedendo altri “colleghi” un po’ di voglia mi sta venendo…
Riguardo il timone farò un altro post, quello che vorrei chiedervi ora è riguardo la vela; con le informazioni che ho trovato sul sito sono riuscito a fissare tutta la struttura, mi manca solo da tagliare e cucire la vela, ma ho alcuni dubbi:
1) la finestra trasparente è necessaria? Dalle prove che ho fatto più o meno dovrei essere in grado di vedere avanti, certo non benissimo, ma almeno capire se sto andando a sbattere su qualcosa. I miei timori sono dovuti al fatto che ho trovato solo PVC trasparente di spessore 0,2mm (tovaglia da cucina) mentre le finestre delle vele ho letto che sono da 0,5mm, quindi non vorrei che si strappasse alla prima uscita; inoltre non sono sicuro che la mia macchina da cucire riesca a bucarlo (figuriamoci lo 0,5mm).
2) la vela a V la ricavo da un unico pezzo o conviene farlo da tre (la parte a trapezio e due strisce che avvolgono i due alberi)? Forse con il disegno si capisce meglio. Da un unico pezzo diminuisce il numero di cuciture e lo spessore degli strati da cucire insieme, ma è più difficile da ritagliare la forma giusta.
3) i bordi del tessuto (ho preso del ripstop nylon da 56g/mq) basta ripiegarli una volta e fare cuciture a zig zag, o servono cuciture più robuste?

Scusate tutte queste domande, ma non ne ho mai vista una da vicino.

ciao
  • Rainbow Vulcano 460

Offline idolo

  • User pescainkayak.com
  • *
  • Post: 4.079
    • Firenze
Re:Taglio e cucito vela V
« Risposta #1 il: Marzo 24, 2014, 12:14:52 pm »
Per la mia esperienza posso dirti che per semplicità costruttiva puoi anche evitare la zona trasparente. Al massimo se vuoi vedere dove vai viri un attimo da una parte, vedi, e poi ti riallinei alla rotta, altrimenti tiri verso di te un albero, vedi e lo rilasci...
La porzione di mare coperta dalla vela non è estesissima con una vela V in trazione.
  • RK 500-1 - SCUPPER PRO TW - ADVENTURE & PA12 idolo sail kit
L'uomo si misura dal pesce !!!

Sono banditi i chiattoni dalla flotta idolo !

Offline idolo

  • User pescainkayak.com
  • *
  • Post: 4.079
    • Firenze
Re:Taglio e cucito vela V
« Risposta #2 il: Marzo 24, 2014, 12:18:08 pm »
Mi interessa invece maggiormente sapere come intendi realizzare il timone laddove molto furbescamente la casa produttrice (Rainbow kayak, tramite la eurotank nord a Somaglia) non ha predisposto attacchi di alcun tipo sia a poppa per la barra che per la pedaliera (figuriamoci per i cavetti... sarebbero stato troppo lungimiranti... )   :uglystupid2:

P.S. su quasi tutti i kayak esteri queste predisposizioni ci sono... chissà perché?  )))

  • RK 500-1 - SCUPPER PRO TW - ADVENTURE & PA12 idolo sail kit
L'uomo si misura dal pesce !!!

Sono banditi i chiattoni dalla flotta idolo !

Offline stecard

  • User pescainkayak.com
  • *
  • Post: 30
    • ROMA
Re:Taglio e cucito vela V
« Risposta #3 il: Marzo 24, 2014, 13:29:08 pm »
Innanzitutto grazie per la risposta, uno complicazione in meno per fare la finestra. Riguardo alle cuciture sapresti darmi qualche dritta?

Riguardo il timone invece farò un altro post nei prossimi giorni per evitare che si mischino gli argomenti. Intanto ti accenno che a poppa ho fatto una specie di rostro che si aggancia alla punta del kayak (sopra e ai due lati), ed in questo rostro ci si infila il perno del timone; per governare il timone invece, non sapendo come adattare i punta piedi che si trovano già pronti, ho previsto una pedana su cui scorrono i due tiranti legati insieme, spostando il piede a destra o a sinistra si muovono i tiranti e quindi il timone.
In garage funziona, ma in mare è un'altra cosa e non so se risulterà di difficile utilizzo; ormai però mi sono deciso ed in qualche modo terminerò il lavoro. Stasera faccio qualche foto per chiarire meglio l’idea.
  • Rainbow Vulcano 460

Offline idolo

  • User pescainkayak.com
  • *
  • Post: 4.079
    • Firenze
Re:Taglio e cucito vela V
« Risposta #4 il: Marzo 24, 2014, 13:38:08 pm »
Per le cuciture devi utilizzare del filo in intreccio di nylon, altrimenti il normale filo di cotone ti marcisce e si strappa.

La cucitura non sarà soggetta a trazioni particolari, per cui uno zig zag può essere sufficiente, al massimo la raddoppi.
Preoccupati invece dei supporti albero e degli alberi stessi, che devono essere robusti.
  • RK 500-1 - SCUPPER PRO TW - ADVENTURE & PA12 idolo sail kit
L'uomo si misura dal pesce !!!

Sono banditi i chiattoni dalla flotta idolo !

Offline Adelmo Cantagallo

  • User pescainkayak.com
  • *
  • Post: 1.374
    • Pescara
Re:Taglio e cucito vela V
« Risposta #5 il: Marzo 24, 2014, 14:11:05 pm »
Srecard ti prego ti tenere aqggiornati i post e di documentarli bene che la cosa mi interessa parecchio! :idea:
  • RTM Disco+ anglesizzato by myself

Offline stecard

  • User pescainkayak.com
  • *
  • Post: 30
    • ROMA
Re:Taglio e cucito vela V
« Risposta #6 il: Marzo 24, 2014, 14:21:40 pm »
@ idolo
Come filo mi sono procurato il più sottile che avevano ad un negozio di nautica per cucire le vele.
Per gli alberi ed il supporto ho seguito il metodo più diffuso (tubi e T di plastica da elettricisti, tubo di gomma da giardinaggio ed il tutto incollato); poi per irrobustirlo ho previsto due tubi da alluminio da inserire dentro quelli di plastica e voglio mettere delle fascette da idraulico intorno alle T per evitare che si aprano (ho trovato solo le T ispezionabili).
Il tutto legato al kayak tramite una fettuccia che passa dentro il tubo da giardinaggio.

@ adelmo
Cercherò di documentare meglio possibile la cosa
  • Rainbow Vulcano 460

Offline pescopoco

  • User pescainkayak.com
  • *
  • Post: 579
  • ..............
    • roma
Re:Taglio e cucito vela V
« Risposta #7 il: Marzo 24, 2014, 20:09:39 pm »
per le cuciture usa un filo da 30 in poliestere, se hai una cucitrice da casa metti un ago da 90/100... prima di attaccare le parti esterne fagli una piega da un centimetro, eviterai sfilacciamenti... per quanto riguarda il timone io ho utilizzato la deriva di una vecchia tavola da surf.. :idea:
  • janautica victoria

Offline vulkalex

  • User pescainkayak.com
  • *
  • Post: 507
  • cerca cerca finkè la peschi
    • nu
Re:Taglio e cucito vela V
« Risposta #8 il: Marzo 24, 2014, 22:20:01 pm »
Mi interessa invece maggiormente sapere come intendi realizzare il timone laddove molto furbescamente la casa produttrice (Rainbow kayak, tramite la eurotank nord a Somaglia) non ha predisposto attacchi di alcun tipo sia a poppa per la barra che per la pedaliera (figuriamoci per i cavetti... sarebbero stato troppo lungimiranti... )   :uglystupid2:

P.S. su quasi tutti i kayak esteri queste predisposizioni ci sono... chissà perché?  )))


idolo,dimentichi ke il timone sul vulcano io l avevo montato circa 2 anni fa
  • sanblas predator e indiana 4,30(praticamente 1 rainbow oasis

Offline vulkalex

  • User pescainkayak.com
  • *
  • Post: 507
  • cerca cerca finkè la peschi
    • nu
Re:Taglio e cucito vela V
« Risposta #9 il: Marzo 24, 2014, 22:25:10 pm »
la predisposizione x il timone,manca anke sul tanto,forse anke troppo osannato rtm tempo......IL MIO INVECE CE L HA.... [sbel] [sbel] [sbel]
  • sanblas predator e indiana 4,30(praticamente 1 rainbow oasis

Offline stecard

  • User pescainkayak.com
  • *
  • Post: 30
    • ROMA
Re:Taglio e cucito vela V
« Risposta #10 il: Marzo 24, 2014, 22:31:37 pm »
@pescopoco
Il filo l'ho già preso in un negozio di nautica, mi hanno dato Marlow n2, non so bene cosa significhi ma era il più sottile che avevano. In una ago da 90 non passa, devo andare in merceria a farmene dare uno più grande. Ok per il risvolto.

@ vulkalex
Non è che hai qualche foto a portata di mano del vulcano? Alcune cose le ho già fatte, ma per altre faccio ancora in tempo a cambiare.
  • Rainbow Vulcano 460

Offline idolo

  • User pescainkayak.com
  • *
  • Post: 4.079
    • Firenze
Re:Taglio e cucito vela V
« Risposta #11 il: Marzo 25, 2014, 08:32:01 am »
Mi interessa invece maggiormente sapere come intendi realizzare il timone laddove molto furbescamente la casa produttrice (Rainbow kayak, tramite la eurotank nord a Somaglia) non ha predisposto attacchi di alcun tipo sia a poppa per la barra che per la pedaliera (figuriamoci per i cavetti... sarebbero stato troppo lungimiranti... )   :uglystupid2:

P.S. su quasi tutti i kayak esteri queste predisposizioni ci sono... chissà perché?  )))


idolo,dimentichi ke il timone sul vulcano io l avevo montato circa 2 anni fa

Ma ti è toccato lavorarci anche a te di bricolage... e su di un kayak ben progettato questo genere di lavori non dovrebbero essere necessari !  :tickedoff:  Avviti 2/4 brugole sulle sedi predisposte e il gioco è fatto.

Poi ennesima dimostrazione della superficialità progettuale RAINBOW e direi anche della stupidità commerciale...  Hai già il sistema di timone per i sit-in del marchio, che ti ci vuole a replicare la sede apposita anche sui sot? Così se un cliente lo vuole lo può montare senza difficoltà, acquistando così anche il sistema timone... Invece no... TROPPO DIFFICILE ARRIVARCI !  :uglystupid2:

Sempre più deprimente la Rainbow, mi dispiace solo che sia italiana...    :-\
  • RK 500-1 - SCUPPER PRO TW - ADVENTURE & PA12 idolo sail kit
L'uomo si misura dal pesce !!!

Sono banditi i chiattoni dalla flotta idolo !

Offline idolo

  • User pescainkayak.com
  • *
  • Post: 4.079
    • Firenze
Re:Taglio e cucito vela V
« Risposta #12 il: Marzo 25, 2014, 08:33:48 am »
la predisposizione x il timone,manca anke sul tanto,forse anke troppo osannato rtm tempo......IL MIO INVECE CE L HA.... [sbel] [sbel] [sbel]

Basta prendere il gemello SCUPPER PRO e hai anche il timone se vuoi...   :idea:
  • RK 500-1 - SCUPPER PRO TW - ADVENTURE & PA12 idolo sail kit
L'uomo si misura dal pesce !!!

Sono banditi i chiattoni dalla flotta idolo !

Offline vulkalex

  • User pescainkayak.com
  • *
  • Post: 507
  • cerca cerca finkè la peschi
    • nu
Re:Taglio e cucito vela V
« Risposta #13 il: Marzo 25, 2014, 22:12:03 pm »
beh,idolo,hai ragione,ci ho lavorato,ma l ho fatto come andava bene a me e ha funzionato........x il resto,se vai a vedere,la maggior parte dei kayak,non sn predisposti
  • sanblas predator e indiana 4,30(praticamente 1 rainbow oasis

Offline idolo

  • User pescainkayak.com
  • *
  • Post: 4.079
    • Firenze
Re:Taglio e cucito vela V
« Risposta #14 il: Marzo 25, 2014, 23:24:22 pm »
Il 90% degli ocean kayak ha le predisposizioni praticamente per tutto. Per non parlare degli hobie, che hanno la predisposizione anche per gli stendipanni tra un po'.
La RTM ha incominciato nei nuovi scafi a pensare a tantissime cose, alcune addirittura innovative, vedi carrello integrato (key largo e abaco).,
La Jackson kayak fa scafi curati, la native è rifinitissima, perfino i Sanblas di ozone (realizzati nell'est europa) mostrano una certa volontà progettuale...e potrei continuare...

Solo le case italiane sono rimaste concettualmente agli anni 80 e purtroppo anche nella pratica.   :idiot2:
  • RK 500-1 - SCUPPER PRO TW - ADVENTURE & PA12 idolo sail kit
L'uomo si misura dal pesce !!!

Sono banditi i chiattoni dalla flotta idolo !

Offline tondox

  • User pescainkayak.com
  • *
  • Post: 109
    • Torvaianica (sud Roma)
Re:Taglio e cucito vela V
« Risposta #15 il: Marzo 26, 2014, 09:32:41 am »
Io ho fatto esperienza nella realizzazione di aquiloni acrobatico (sono socio della Stack Italia). Ho manipolato e cucito tanti tessuti e realizzato tanti aquiloni (che non sono dei giocattoli, quelli da gara costano 400 euro). Se dovessi realizzare una vela per il mio kayak userei il Chikara che è un ripstop da 41 gr/mq molto resistente ma con una minima elasticità che darebbe un pizzico di grasso alla vela. Il Chikara l'ho sempre acquistato da Alivola, come tutto il resto del materiale necessario. Per la cucitura ti dirò... io ho sempre usato il filo della Gutermann che si trova nelle migliori mercerie. E' un 100% poliestere quindi resistente quanto basta e non restringe se bagnato. Ma se ti sei procurato un filo per uso nautico credo sia migliore, probabilmente più adatto a combattere la salsedine. Sull'argomento "tipo di cucitura", nell'aquilonismo ci sono sempre state 2 scuole di pensiero: chi preferiva fare una zigzag e chi preferiva fare 2 file affiancate di cucitura dritta. Io sono sempre stato per la seconda, ma non è scontato che sia la scelta migliore. Le tasche laterali della vela, quelle per ospitare le stecche di tensionamento, le farei con una fettuccia di dacron larga 5 cm (Alivola la vende). Le stecche... beh io andrei sul carbonio per deformazione mentale acquisita. Dovrei solo capire qual è lo spessore che fornisce la giusta flessibilità (perchè secondo me un po' di flessibilità devono averla).  Comincierei a provare con stecche da 8 mm. Certo, esistono stecche in carbonio di altissima qualità che sarebbero perfette, come quelle della SkyShark, ma mi sembrerebbero sprecate in questo caso, anche perchè costano un occhio. Io le uso solo negli aquiloni da gara. Tra l'altro sono stecche da 1 m di lunghezza che andrebbero giuntate. Peccato che non si trovano più le stecche in carbonio elicoidale della Structil, quelle costavano poco ed erano veramente eccezionali! Cosa resta da dire? Ah... non tagliare mai il ripstop con le forbici. Prendi un saldatore da stagno, fa il taglio sulla punta con una lima, e taglia il tessuto a caldo. Poggia il tessuto su una lastra di vetro per tagliare con il saldatore. Io faccio in questo modo: uso delle dime in cartoncino spesso 2 mm, sul bordo del cartoncino in cui voglio eseguire il taglio faccio battere una grossa rondella di ferro con struttura metallica larga 6 mm. Quindi questa rondella poggia sul tessuto da tagliare e batte sul cartoncino che definisce il margine. A questo punto inserisco la punta del saldatore nel foro interno della rondella, sul lato più vicino al cartoncino. La punta del saldatore batte sul metallo della rondella. Con il saldatore in mano esercito una leggera forza sulla rondella, come se volessi farla rimanere ben attaccata al cartoncino. E' il momento di tagliare: faccio scorrere il saldatore sulla linea di taglio, la rondella ovviamente ruota, e aggiunge un extra-margine di 6 mm al reale margine predefinito. Di solito questo extra-margine mi serve per gestire l'unione di due ferzi di tessuto. Un'ultima cosa: quando cucio 2 tessuti tra loro, che sia una unione Chikara-Chikara o che sia una unione Dacron-Chikara, prima fisso tra loro i tessuti con un piccolissimo filo di colla Artiglio. Uso la Artiglio per 3 motivi: 1- ha una presa immediata (si uniscono le parti, poi si staccano, poi si soffia sui due lati imbrattati, infine si ri-uniscono le parti); 2- non mi sporca di colla l'ago della macchina per cucire; 3- mi agevola la cucitura dato che le parti si mantengono già unite.
  • Vulcano Rainbow

Offline stecard

  • User pescainkayak.com
  • *
  • Post: 30
    • ROMA
Re:Taglio e cucito vela V
« Risposta #16 il: Marzo 26, 2014, 15:01:18 pm »
Wow quante informazioni… Andiamo per ordine
Se dovessi realizzare una vela per il mio kayak userei il Chikara che è un ripstop da 41 gr/mq molto resistente ma con una minima elasticità che darebbe un pizzico di grasso alla vela.

Il tessuto l’ho già preso, è un ripstop nylon per aquiloni ma non penso sia quello che dici tu perché è da 56g/mq; dovrebbe andare bene ugualmente, giusto?

Sull'argomento "tipo di cucitura", nell'aquilonismo ci sono sempre state 2 scuole di pensiero: chi preferiva fare una zigzag e chi preferiva fare 2 file affiancate di cucitura dritta.

Come resistenza si equivalgono i due metodi? Perché non essendo molto pratico a cucire potrei fare delle prove e vedere quale delle due mi riesce meglio. Nel caso di due cuciture dritte affiancate, ad una distanza di 1 cm va bene?

Le tasche laterali della vela, quelle per ospitare le stecche di tensionamento, le farei con una fettuccia di dacron larga 5 cm

C’è un motivo particolare per farle in Dacron invece che nello stesso tessuto della vela? A parte che sarebbe un costo in più dovrei anche trovare chi mi vende strisce da 10cm (avendo stecche da diametro 2cm le fettucce dovrebbero essere almeno di 9 cm, considerando 1 cm per lato di cucitura).

Le stecche... beh io andrei sul carbonio

Come stecche di rinforzo ho preso due tubi di alluminio di diametro 16 (entrano giusti nelle canaline in plastica da 20); sono più robuste delle stecche di legno che molti usano, e sicuramente più pesanti di quelle al carbonio, ma dato che qualche etto in più sul kayak non fa molta differenza preferisco risparmiare un po’ di eurozzi.

Ah... non tagliare mai il ripstop con le forbici. Prendi un saldatore da stagno, fa il taglio sulla punta con una lima, e taglia il tessuto a caldo...

Ecco, io stavo già per tagliare il tessuto con le forbici. Immagino che usi il saldatore per bruciare il bordo ed evitare sfilacciature; con questo metodo si può evitare di ripiegare il bordo del tessuto prima di fare le cuciture (lo avrei fatto proprio evitare le sfilacciature)? Cioè basta sovrapporre i due pezzi e cucire? Mano a mano che tagli la rondella non corre il rischio di surriscaldarsi e rovinare il tessuto sotto?

Un'ultima cosa: quando cucio 2 tessuti tra loro, che sia una unione Chikara-Chikara o che sia una unione Dacron-Chikara, prima fisso tra loro i tessuti con un piccolissimo filo di colla Artiglio.

Di colle ne hai provate altre che non andavano bene o sei approdato subito sulla Artiglio? Perché a casa ho una bostik che va bene per tessuti e pelle, potrei usare quella? E se invece della colla usassi nastro biadesivo? (Si è capito che non mi va di imbastire il tessuto?)
  • Rainbow Vulcano 460

Offline tondox

  • User pescainkayak.com
  • *
  • Post: 109
    • Torvaianica (sud Roma)
Re:Taglio e cucito vela V
« Risposta #17 il: Marzo 27, 2014, 11:07:51 am »
Premetto che non ho mai provato a fare la vela per il kayak (anche se ci penso da un po’), quindi i miei non sono veri e propri consigli. Ho giusto messo nero su bianco delle mie riflessioni, sperando che possano dare spunti utili.
Credo che il tuo tessuto da 56 gr/mq vada bene ugualmente. Se ti dovesse capitare di riprovare a fare la vela in futuro, magari potresti provare il Chikara.
Le due cuciture dritte io le distanzio 2 o 3 mm. Però non sono in grado di affermare che questo tipo di cucitura è migliore di quella a zigzag. De gustibus!
La tasca di contenimento delle stecche secondo me va rinforzata in qualche modo, quindi prova a cercare una fettuccia in merceria. In aquilonismo si usa il dacron per aquiloni da vento forte, ed il (o la - non so qual è l'articolo giusto -) poliammide per aquiloni da vento leggero, ma un rinforzo alla tasca è d’obbligo.
Riguardo alle stecche… d’alluminio non mi piacciono perché hanno flessibilità = 0. Prova a dare un’occhiata alle stecche in carbonio che vende Decathlon, credo non costino molto. Comunque… non è che l’alluminio abbia obiettive controindicazioni, se hai già pianificato di farle in alluminio continua a seguire il tuo progetto. E’ possibile che sia io in errore a volerle flessibili. Però mi sfugge l’utilità di inserirle nella canalina in plastica!
Il taglio del ripstop a caldo serve proprio a cicatrizzare il taglio, ed il metodo che ti ho descritto è collaudatissimo da molti Stunt Kiters italiani dediti al bricolage. Il Chikara si taglia in un'unica passata come fosse burro. Per aquiloni da gara uso l'Icarex, sul quale devo passare 2 volte la lama del saldatore (la chiamo "lama" perchè tale l'ho resa lavorando di lima).
Riguardo alla colla… si ho provato diverse colle ed anche del biadesivo (non comune nastro che è pessimo, ma un film biadesivo della 3M): tutte le prove mi hanno imbrattato l’ago della macchina da cucito, e reso difficoltosa la cucitura. La Artiglio si è rivelata perfetta (ovviamente usata con dosi minime). L’unico inconveniente ce l’ho quando decido di usare tessuto di colore bianco, perché traspare il giallastro della colla ed è antiestetico. Guarda che unire le parti con colla è una operazione semplice e che agevola molto la fase di cucitura. Nella realizzazione di un aquilone sarebbe impensabile saltare questo passo ed andare direttamente in cucitura, il risultato finale sarebbe pieno di imprecisioni e l’aquilone volerebbe male.
  • Vulcano Rainbow

Offline stecard

  • User pescainkayak.com
  • *
  • Post: 30
    • ROMA
Re:Taglio e cucito vela V
« Risposta #18 il: Marzo 27, 2014, 14:18:22 pm »
La tasca di contenimento delle stecche secondo me va rinforzata in qualche modo, quindi prova a cercare una fettuccia in merceria.

Le mercerie che conosco non sono molto grandi, ma proverò a chiedere lo stesso; se non dovessi trovare niente che va bene le rinforzerò con un secondo strato di ripstop nylon

Riguardo alle stecche… d’alluminio non mi piacciono perché hanno flessibilità = 0... Però mi sfugge l’utilità di inserirle nella canalina in plastica!

I tubi che ho preso hanno diametro 16 ma spessore 1 mm, quindi flettono un po’, non sono proprio rigidi. L’utilità di metterli nelle canaline di plastica è per poi usare le T di plastica per fare la struttura dei due alberi.

Come colla allora userò la artiglio.
  • Rainbow Vulcano 460

Offline stecard

  • User pescainkayak.com
  • *
  • Post: 30
    • ROMA
Re:Taglio e cucito vela V
« Risposta #19 il: Aprile 29, 2014, 14:57:41 pm »
Finalmente ho avuto tempo per finire il lavoro sulla vela; come promesso vi faccio vedere i risultati sul mio Vulcano 460, frutto anche dei tanti suggerimenti ricevuti.

La vela è venuta circa 170 x 25 x 150 (B x b x h). Ho fatto doppie cuciture dritte lungo i lati obliqui (lo zig zag non veniva bene) e singole lungo gli altri lati; non ho più usato il filo da vela che avevo preso perché la macchina da cucire non ce la faceva, quindi ho preso un filo in poliestere con titolo 30. Intorno ai due alberi ho fatto un rinforzo con un secondo strato del nylon della vela (non ho trovato altri materiali a buon mercato che andassero bene).
Per fare i tagli ho usato la tecnica del saldatore “affilato”, devo dire che è eccezionale; l’unica accortezza che si deve avere è nel tagliare uno strato alla volta, altrimenti fonde i due strati di  tessuto insieme e non c’è più modo si staccarli senza lacerare il tessuto. Questo però può anche tornare a vantaggio, ad esempio l’usato per fare le asole nella vela a metà albero in modo che i due starti di tessuto fossero fusi insieme e quindi più resistenti.
  • Rainbow Vulcano 460

 

Gadget


15 euro spedizione inclusa (italia)!
Scrivi qui!

* Link alle case

jQuery UI Menu - Categories