Autore Topic: Hobie Mirage Pro Angler  (Letto 31169 volte)

visitor

  • Visitatore
Hobie Mirage Pro Angler
« il: Novembre 04, 2009, 09:12:36 am »
Nell’ attesa della prova in mare, ho pensato di scrivere quanto segue per contribuire con delle mie impressioni e qualche informazione a sviluppare in modo costruttivo quello che è un tema molto dibattuto nel forum: quali sono i migliori kayaks da pesca? Personalmente penso che il tema continuerà ad essere dibattuto, perché ogni scelta che facciamo prescinde spesso dalla razionalità estrema e segue  strade del tutto personali. Da parte mia sono e resto un ammiratore degli Ocean Kayak; se non sbaglio, sono i più venduti al mondo e navigando in internet  ci si perde in migliaia di foto e video con catture di ogni specie ittica in ogni parte del pianeta con immortalati questi kayaks. Recentemente ho acquistato un libro: “KAYAK FISHING. The ultimate guide. By Scott Null and Joel Mc Bride - The Heliconia Press.”  Il libro analizza molti degli argomenti che spesso sono affrontati e dibattuti nel forum; a farlo, nel libro, sono guide di pesca ed altri professionisti della pesca in kayak. Le foto che accompagnano i testi sono un overdose di Ocean Kayak e Wilderness Systems, tanto che di altri non mi ricordo, anche se forse  ce ne sono. In ogni caso (pubblicità mirata?) di Hobie neanche uno! Nel dover decidere ed alla fine di molti ragionamenti fatti dentro me stesso senza venire a capo di niente, mi sono lasciato guidare dall’ istinto come altre volte ho fatto nella mia vita. Ho acquistato un Hobie ed in particolare ho scelto un Pro Angler perché è prevalsa in me quell’ ossessione che ormai mi accompagna da tanti anni. Vado in acqua per pescare e non voglio far altro che pescare! Non riesco a pensare ad altro che cercar di catturare un pesce. Solo un predatore e solo con un’ esca artificiale. E dopo qualche foto, sono felice solo restituendogli la libertà. Non voglio più sentire il rumore di un motore a scoppio, non voglio remare o pagaiare e sopporto ancora il motore elettrico perché permette alle mie braccia di sfinirsi solo con un lancio dietro l’ altro. Quando mi sono imbattuto  la prima volta in questi strani kayaks a pedali mi sono detto: ecco quello che fa per me! Le gambe in fin dei conti non servono per catturare pesci; perché  portarsele appresso senza farle lavorare? Poi questo kayak, a guardarlo bene …

fast60.

Hobie Mirage Pro Angler.

Visto da vicino … in attesa del varo.

La prima impressione che si ha del Pro Angler è quella di un kayak molto diverso dai più conosciuti sit on top da pesca. La particolarità del progetto sta nel fatto che questo kayak  è totalmente concepito per pescare, solo per pescare e questo fatto riguarda sia la carena che la coperta. Il dritto di prua come nel caso di altri Hobie, parte quasi verticale rispetto al piano dell’ acqua, tanto da lasciar presupporre la possibilità di tagliare l’ onda con una certa aggressività confidando anche nella massa del mezzo. Da prua la carena parte mantenendo inizialmente una forma a V fino a raccordarsi con la sua parte mediana per assumere una forma a trimarano. Questa scelta caratterizza lo scafo con grande stabilità laterale ma non concede nulla alla pagaia e ne limiterà l’ uso all’ ingresso in acqua, al rientro sulla riva ed in bassi fondali o nell’ improbabile ipotesi di un guasto alla pedaliera notoriamente ben costruita. Grazie ai pedali con “turbo fins” in dotazione si può comunque ipotizzare una soddisfacente velocità durante gli spostamenti sotto costa e nell’ azione di pesca. Chi ha velleità di navigazione e pesca a grandi distanze può disporre di un motore elettrico optional specificamente realizzato per Hobie ed inseribile nell’ alloggiamento della pedaliera previa rimozione della stessa. Il motore che è alimentato da una batteria al litio-manganese che dovrebbe coniugare alta efficienza a dimensioni limitate e peso contenuto, è gestito da una scatola di comando remota con schermo digitale per il controllo di vari parametri di navigazione; il tutto ad un prezzo elevato che si presuppone però in linea con la qualità del prodotto. Verso poppa la carena prosegue con una larghezza massima centrale che comunica una grande sensazione di sicurezza. Lo scafo al centro si raccorda al timone con una deriva ed il disegno della carena prosegue chiudendosi con un taglio netto dello specchio di poppa che è largo e squadrato. Una soluzione molto pratica è stata trovata proprio per il timone che collocato sotto lo scafo non eccede dalla sagoma del kayak ed in più quando è ribaltato non fuoriesce dalla linea di carena; esso resta così protetto dagli urti quando il kayak è appoggiato a terra, durante il trasporto e nella navigazione in bassi fondali.
La coperta è certamente la parte più innovativa di questo sit on top per le soluzioni riguardanti il confort e la possibilità di collocare in modo particolarmente organizzato le attrezzature da pesca. La  prua  è squadrata e caratterizzata dall’ applicazione di un robusto maniglione di sollevamento; appena dietro si trovano uno stemma con il logo Hobie ed un portello extra-large che dà accesso ad una vasca utilizzabile come contenitore del pescato o di una notevole quantità di attrezzatura. La  vasca isola l’ accesso alla parte interna del kayak comprimendo con la chiusura del portello una sottostante guarnizione in gomma; per questo motivo in caso di mare mosso e con onde in grado di scavalcare la prua, sarà necessario evitare la rimozione della vasca per accedere al gavone sottostante pena il rischio di imbarcare acqua. Subito dopo il portello si trova l’ alloggiamento per il kit velico opzionale che può essere adattato alla collocazione di altri accessori. Più in basso sull’ ampio piano di calpestio, si trova la pedaliera con ai lati sei tubi porta-canne ad incasso e due mensole longitudinali per l’ installazione di porta-canne orientabili e strumentazioni elettroniche. Davanti al sedile sono applicate due porzioni di materiale nero antisdrucciolo che moto ondoso permettendo, fanno intuire la possibilità di pescare agevolmente in piedi.  Al centro,  si trova un portello di media dimensione che  protetto da un tagliere, racchiude una seconda vasca contenente varie scatole Plano in dotazione; rimuovendo la vasca si accede al gavone sottostante. Il sedile ribaltabile e rimovibile  è strutturato in modo tale da essere traspirante ed è collocato in posizione sollevata e non raggiungibile da eventuale acqua imbarcata. In basso a sinistra all’ angolo del sedile, è collocato il comando della timoneria e sulla destra il cordino per il ribaltamento del timone. Ai lati del sedile le murate sono preformate per l’ appoggio delle canne e subito dietro è possibile collocare altre 4 grandi scatole Plano; le canne da pesca e le scatole per gli artificiali sono vincolabili al kayak tramite un sistema di aggancio ad elastico. In posizione centrale e collocati sui bordi superiori a fianco della seduta si trovano due maniglioni d’ alluminio destinati alla funzione di tientibene e di appiglio per risalire sul kayak in caso di necessità ed anche utili per la collocazione alternativa di sonar, Gps e Vhf tramite specifico attacco ram. Dietro, uno per lato, sono predisposti due porta canne ad incasso richiudibili con tappi di gomma e completabili con due “rod holder extension” se si preferisce mantenere le canne da traina in posizione più elevata. Certamente uno dei punti forti di questo kayak è proprio la capacità di carico ed in particolare la possibilità di collocare in orizzontale ed in modo protetto ben sei canne infilandone il fusto in alloggiamenti tubolari rientranti all’ interno dello scafo.  Lasciando liberi i due porta-canna ad incasso per praticità in pesca, con la rastrelliera da tre posti applicabile al livewell Hobie, il numero delle canne pronte all’ uso caricabili a bordo potrebbe salire a nove. Continuando ad analizzare la coperta del Pro Angler si arriva al piano di carico posteriore che è molto ampio, di forma pressoché squadrata ed attrezzato con elastici e ganci. E’ possibile sfruttare questo spazio per  alloggiare la vasca per il vivo o caricare igloo, cassette per l’ attrezzatura e borse stagne di grandi dimensioni. Sullo stesso piano di carico è installato un portello circolare sotto il quale è alloggiata una scatola dotata di coperchio destinata a contenere minuterie o materiale di pronto soccorso; rimossa questa scatola si accede alla porzione posteriore del gavone che avendo una profondità limitata resta utile allo stivaggio di oggetti di contenute dimensioni. Sulla parte terminale della coperta, ispezionabili sotto un coperchio di plastica nera, sono alloggiati i meccanismi di derivazione della timoneria. I fori di drenaggio, sei aperti e due (dietro il sedile) chiusi da tappi sono ben distribuiti in coperta, come vari occhielli utili ad agganci di sicurezza. All’ estremità dello specchio di poppa sopra la linea di galleggiamento si trovano due fori con tappi a vite per lo svuotamento dei gavoni. I tappi sono inglobati in robusti piedi di gomma che proteggendo lo scafo, impediscono al kayak di scivolare indietro quando è appoggiato retro a terra in fase di carico e scarico dal tetto dell’ ’auto. Un secondo robusto maniglione  è fissato saldamente all’ estremità posteriore del kayak. In dotazione anche pagaia, borraccia con supporto, due tappi per fori di drenaggio e sacca stagna.
 
Alcuni dati tecnici: lunghezza  417 cm. / larghezza 97 cm. / peso scafo 39,9 Kg. / peso kayak attrezzato, pedaliera e sedile compresi  62,6 Kg. / capacità di carico 272 Kg.

http://www.hobie-kayak.com/html/products/fishing_pro_angler.html

Il trasporto del Pro Angler rende necessaria l’ adozione di qualche accorgimento in più rispetto ad altri kayaks; le operazioni necessarie a tale scopo sono però meno problematiche di come si potrebbe pensare. Per caricarlo appoggiato sulla carena utilizzo delle barre trasversali con 4 supporti per il carico di natanti. Sulle barre trasversali ho applicato una coppia di barre longitudinali attrezzate con due rulli ricoperti in gomma uno posteriore ed uno anteriore. Per maggior sicurezza ho utilizzato delle barre destinate a mezzi da lavoro, poiché sono di spessore maggiore rispetto a quelle standard e quindi sopportano un carico maggiore. Nel caso della mia auto che presenta una coda tronca, ho posizionato le barre longitudinali in modo tale che il rullo posteriore sia posto quasi a filo del lunotto, in modo da non compromettere la completa apertura del portellone pur impedendo allo scafo il contatto con la carrozzeria.  
Per il carico procedo in questo modo: allineo il kayak (munito di carrello) in posizione centrale dietro l’auto; impugnando il maniglione anteriore sposto la prua su un lato dell’ auto e sollevo il kayak, traslandolo fino ad appoggiarlo con la carena centrata sul rullo. A questo punto il kayak davanti è appoggiato sull’ auto e dietro a terra. Impugno il maniglione posteriore, sollevo il kayak e lo spingo facendolo scorrere sul rullo, prestando attenzione a non inciampare nel carrello che si è liberato. Per limitare l’ attrito dei supporti (posizionati in modo da mantenere sollevata la carena dai rulli), muovo il maniglione a destra e sinistra spingendo il kayak in avanti, fino a raggiungere la verticale del rullo anteriore.  A questo punto spingo il maniglione posteriore verso l’ alto, facendo così scorrere il kayak sul rullo anteriore fino alla sua posizione predefinita. Mollata la presa, lo scafo rimane appoggiato sui quattro supporti di gomma. Passo due cinghie negli appositi alloggiamenti dei supporti e le metto in tensione.  Per maggior prudenza, tendo una cinghia tra il maniglione anteriore e l’anello di traino inseribile sul paraurti. Applico il cartello omologato per carichi sporgenti sul maniglione posteriore con due piccole cinghie e sono pronto a partire. Le operazioni di carico, se eseguite con scrupolo, impegnano al massimo 15 minuti. Per lo scarico, una volta rimosse le cinghie, si ripetono al contrario le operazioni precedentemente descritte.

http://picasaweb.google.it/fast760/CaricoKayak?authkey=Gv1sRgCN20jtCht5_pnQE#

sav

  • Visitatore
Re: Hobie Mirage Pro Angler
« Risposta #1 il: Novembre 04, 2009, 09:57:09 am »
Complimenti bel report  :idea:
mi piacerebbe vedere qualche foto, magari quella dei quattro supporti di gomma dove appoggia il kayak.
Ciao

sav

Offline PescaNO

  • User pescainkayak.com
  • *
  • Post: 220
  • Dopo tanto tempo ... ora sono PescaCosìCosì...
Re: Hobie Mirage Pro Angler
« Risposta #2 il: Novembre 04, 2009, 09:59:09 am »
Sono sicuro che tanto dettaglio e tanta cura nella descrizione nasce dall'impaziente attesa del varo, a questo punto le mie aspettative per la descrizione del mezzo in opera sono altissime.

La mia concezione di uso del kayak è antitetica alla tua, pescare è ancora in secondo piano rispetto all'attività, quindi avere una "poltrona" sotto al sedere mi creerebbe un po' di problemi, ma quando mi capita una preda la cosa è esaltante, quindi anche se per ora un kayak che scorra e navighi senza compromessi per me è fondamentale, sono sicuro che con l'aumentare dell'esperienza "pescatoria" le cose e quindi le esigenze cambieranno avvicinandomi alla tua visione.

Avere la possibilità di vedere le cose attraverso un punto di vista diverso cosi dettagliato, lo trovo davvero utile, per non dire prezioso.

Ciao e complimenti :idea:

Ciao
.......le....n....za.........

visitor

  • Visitatore
Re: Hobie Mirage Pro Angler
« Risposta #3 il: Novembre 04, 2009, 10:04:47 am »
Ciao Sav, grazie per i complimenti. :) Per le foto mi aiuta Pik. Appena possibile saranno visibili. Grazie anche a te PescaNo. :) Credo che tutti possiamo crescere umanamente e tecnicamente confrontando le nostre opinioni e le nostre esperienze.

fast60.

Offline SAMPEI

  • User pescainkayak.com
  • *
  • Post: 545
Re: Hobie Mirage Pro Angler
« Risposta #4 il: Novembre 04, 2009, 11:35:16 am »
restiamo in attesa del REPORT in mare   :idea:
Saluti
SAMPEI (the original)
Riva Trigoso

tinosw

  • Visitatore
Re: Hobie Mirage Pro Angler
« Risposta #5 il: Novembre 04, 2009, 12:00:01 pm »
ciao fast e cmplimenti per la descrizione. Vorrei sapere dove l'hai acquistato ed il prezzo se non ti dispiace. Puoi eventualmente farlo  nella posta privata se preferisci. Grazie ;)

Offline SAMPEI

  • User pescainkayak.com
  • *
  • Post: 545
Re: Hobie Mirage Pro Angler
« Risposta #6 il: Novembre 04, 2009, 13:53:03 pm »
aia...............  in arrivo un nuovo "pedalatore"..................... forse......   :idea:  :idea:

Offline doctorj

  • User pescainkayak.com
  • *
  • Post: 2.215
  • Ocean Kayak Trident 15
Re: Hobie Mirage Pro Angler
« Risposta #7 il: Novembre 04, 2009, 23:12:03 pm »
Bravissimo fast60, ottimo report, l'ho letto tutto d'un fiato molto volentieri. Puoi dare per cortesia anche a me le informazioni che dai all'amico Tinosw. Grazie mille!!  ;)  ;D ;D
  • Ocean Kayak Trident 15
Sursum corda...
Habemus ad Dominum!

visitor

  • Visitatore
Re: Hobie Mirage Pro Angler
« Risposta #8 il: Novembre 15, 2009, 11:36:01 am »
Per SAV che me lo ha chiesto e per chi è interessato, ho aggiunto questo link
http://picasaweb.google.it/fast760/CaricoKayak?authkey=Gv1sRgCN20jtCht5_pnQE#
al post HOBIE MIRAGE PRO ANGLER.

fast60.

Offline redman

  • User pescainkayak.com
  • *
  • Post: 665
Re: Hobie Mirage Pro Angler
« Risposta #9 il: Novembre 15, 2009, 16:53:49 pm »
Grande !! Bellissimo sistema , complimenti. :idea:

Offline pik

  • Administrator
  • Post: 2.125
    • Milano
Re: Hobie Mirage Pro Angler
« Risposta #10 il: Novembre 15, 2009, 18:15:43 pm »
Mi scuso pubblicamente con fast60... mi aveva mandato le foto da pubblicare ma avrà pensato che era meglio darsi da fare in autonomia...  :-[
Sono stato veramente incasinato.... sorry...
  • Hobie Revolution 2011

sav

  • Visitatore
Re: Hobie Mirage Pro Angler
« Risposta #11 il: Novembre 15, 2009, 19:02:32 pm »
Un lavoro ottimo,
veramente ben fatto.
Con questo sistema il peso del pro Angler diventa facilmente gestibile,
poi le cinghie con i cricchetti sugli stessi piani dei supporti di gomma: sono una chicca; in ultimo il colore del kayak in tinta con i fascioni della Panda  :idea:
Per me 10 e lode.

sav

il Panzone

  • Visitatore
Re: Hobie Mirage Pro Angler
« Risposta #12 il: Novembre 15, 2009, 21:27:54 pm »
Ciao Fast60, bel report :o
La mia iniziale perplessità,  viste le foto, comunque cresce. ???
la Portaerei non mi pare avere molto in comune con un Kayak come io lo intendo, in compenso ha molto di piu in comune con una open tipo Boston Whaler o Mako!
Il Pro Angler mi sembra a tutti gli effetti una "piccola" barca.
Attendo le impressioni in acqua , son curioso. Facci sapere!!

PS. Con tutto quel po po di scafo al varo è obbligatoria la bottiglia (Meglio bollicine italiane!!) ma rompercela addosso è un peccato ..... Meglio scolarla!!

visitor

  • Visitatore
Re: Hobie Mirage Pro Angler
« Risposta #13 il: Novembre 16, 2009, 08:37:42 am »
Pik, ho pensato ad una non voluta dimenticanza ... per me nessun problema.  ;)
A Sav e Redman, grazie per l 'apprezzamento che fà sempre piacere ricevere dopo aver lavorato un pò.  :) Panz, come ho evidenziato nel report le dimensioni del Pro Angler dovrebbero essere la sua forza (in pesca) ed il suo limite (con la pagaia); in mezzo a tutto ciò ci sono i pedali che mi sembrano un invenzione non da poco! Mi piacerebbe potervi incontrare tutti ad un raduno per discutere di pesca, per pescare con voi e farvi vedere come si comporta il kayak in mare.

fast60.
 

Offline Alecs69

  • User pescainkayak.com
  • *
  • Post: 566
  • Ocean Malibu Two XL + Nova Pathfinder II
    • Roma
Re: Hobie Mirage Pro Angler
« Risposta #14 il: Novembre 16, 2009, 08:56:33 am »
Ma la questione "pagaia" non potrebbe essere risolta utilizzando per il varo e per piccoli spostamenti su fondali bassi un solo remo tipo quello da canoa presente nel link seguente, peraltro di facile stoccaggio e di basso costo?

http://www.ozonekayak.com/pagaie-canadese-e-rafting/prod/laminex_canadese.html?tx_ttproducts_pi1%5BbackPID%5D=146&cHash=0e088731ec

Chi jerka, trova!

visitor

  • Visitatore
Re: Hobie Mirage Pro Angler
« Risposta #15 il: Novembre 16, 2009, 09:06:51 am »
Alecs69, hai centrato la soluzione;  :idea: in dotazione con il Pro Angler c'è anche un manico a "T" per la pagaia singola, cioè smontata, da utilizzare proprio come tu hai descritto. Ed è proprio così che farò in acqua ... e senza dover acquistare altro!

fast60.    

Offline Alecs69

  • User pescainkayak.com
  • *
  • Post: 566
  • Ocean Malibu Two XL + Nova Pathfinder II
    • Roma
Re: Hobie Mirage Pro Angler
« Risposta #16 il: Novembre 16, 2009, 09:38:46 am »
Ad ogni modo, mi sono dimenticato di farti i complimenti per l'acquisto! ;) Sicuramente è diverso dai kk ai quali siamo abituati, ma questo non è negativo, nel senso che potrebbe comunque essere un mezzo veloce, e tu ci dirai meglio prove alla mano (ma nel mio piccolo, io di tutta stà velocità non so che farmene), mentre garantisce sicuramente una stabilità senza eguali (e questa è la dote che ricerco maggiormente in un sot). Comunque, l'attrezzo è veramente spettacolare!!!!!!  [///]

Alecs
Chi jerka, trova!

Offline fabio

  • pescainkayak.com user
  • Post: 432
Re: Hobie Mirage Pro Angler
« Risposta #17 il: Novembre 16, 2009, 13:20:23 pm »
mi associo ai complimenti generali, la bottiglia del varo tienila da parte, magari in primavera si organizza un raduno dalle tue parti... ci verrei volentieri.

saluti  fabio.
abito a : Cesano Maderno. Monza
possiedo : un hobie outback un compass e una bic yakka
cerco di pescare:  nei laghi vicini , in liguria e toscana

visitor

  • Visitatore
Re: Hobie Mirage Pro Angler
« Risposta #18 il: Novembre 16, 2009, 13:54:56 pm »
Grazie per i complimenti ad Alecs e Fabio. :) Condivido quanto affermi Alex in tema di velocità e stabilità; credo che il miglior kayak da pesca sia quello che si distingue con il più equilibrato rapporto tra queste due caratteristiche. Andiamo in mare per pescare, almeno credo la maggior parte di noi ed il poter svolgere questa attività con una certa libertà di movimento e sicurezza è secondo il mio punto di vista il parametro più importante da tenere in considerazione. Poi che il Pro Angler non sia un kayak veloce quanto basta è tutto da verificare. Il fatto che sia un kayak diverso, come tu hai scritto, dagli altri kk ai quali siamo abituati forse contribuisce a rendere diffidente qualcuno ma questa è una reazione comprensibile se si pensa che il kayak-fishing è una disciplina in fase di evoluzione che tutti noi, con le nostre esperienze, possiamo rendere sempre più specializzata. Fabio, per un eventuale raduno penso che il Conero sia un hot spot da tenere in massima considerazione.

fast60.

Offline Alecs69

  • User pescainkayak.com
  • *
  • Post: 566
  • Ocean Malibu Two XL + Nova Pathfinder II
    • Roma
Re: Hobie Mirage Pro Angler
« Risposta #19 il: Novembre 16, 2009, 15:09:18 pm »
In fondo, si tratta di xenofobia, ossia di paura o avversione per ciò che è estraneo (come da dizionario n.d.r.). In realtà, come dici tu (e come avevo già presupposto io) la scarsa velocità del mezzo è tutta da dimostrare! ;) E poi, dipende molto dall'uso che si fa del kayak: io ho preso pesci a traina lenta, mentre andando più veloce le catture si sono ridotte! E di certo per la traina con il vivo non è richiesta grande velocità! Aggiungo che di solito nel mio caso non faccio grandi spostamenti in mare, per cui vado piano ma sano e lontano! :idea: Infine, per me (magari solo per me) avere la consapevolezza di viaggiare su di un mezzo poco incline al ribaltamento non ha prezzo (come la Mastercard)!!! [sbel]
Chi jerka, trova!

 

Gadget


15 euro spedizione inclusa (italia)!
Scrivi qui!

* Link alle case

jQuery UI Menu - Categories